Schianto sull’Asse: è morto il 29enne Viveva a Suisio e lavorava come barista

Schianto sull’Asse: è morto il 29enne
Viveva a Suisio e lavorava come barista

È morto martedì pomeriggio, a distanza di poco più di ventiquattrore dall’incidente stradale, il giovane barista che s’è schiantato con l’auto sull’asse interurbano.

Gianluca Intravaia, 29 anni, abitava a Suisio. Il drammatico incidente era avvenuto attorno alle 16 del giorno di Pasqua. L’automobilista era finito contro le lamiere di protezione della strada: un urto tremendo, tanto che l’auto, una Lancia Y si era accartocciata in un groviglio di lamiere.

Estratto con non poca fatica dai vigili del fuoco, dopo le prime cure prestate dal personale dell’auto medicalizzata, Gianluca era stato ricoverato in gravissime condizioni in terapia intensiva nel vicino ospedale Papa Giovanni.

L’auto dopo l’incidente

L’auto dopo l’incidente

Il personale medico del reparto ha fatto il possibile per tenerlo in vita, ma nel tardo pomeriggio di martedì il suo cuore ha cessato di battere. La salma è stata poi composta nella camera mortuaria dell’ospedale cittadino. La famiglia è ora in attesa dell’autorizzazione da parte del magistrato per la tumulazione e comunicherà in seguito la data del funerale.

L’incidente era accaduto tra la rotonda di Treviolo e quella di Colognola. Il giovane era da solo sulla sua auto al momento dell’impatto, mentre procedeva da Curno in direzione di Orio al Serio.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 8 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA