Sabato 08 Novembre 2008

Sciopero dei mezzi pubbliciGli orari garantiti da Atb

È iniziato lo sciopero di 24 ore di treni e mezzi pubblici dalle 21 del 9 novembre alle 21 del 10 indetto dalle varie sigle sindacali. Lo sciopero è legato alla vertenza per il nuovo contratto unico della mobilita per gli addetti al trasporto locale e ferroviario, e ai servizi. Per le Fs lo stop è di 24 ore con garantiti i treni regionali nelle fasce orarie previste dalla legge, dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21. Autobus, tram, metro fermi il con modalità diverse da città a citta. «Nonostante gli annunci a mezzo stampa degli ultimi giorni - sostengono unitariamente le organizzazioni sindacali che hanno indetto la protesta - nè dal Governo nè dalle controparti datoriali è stata assunta alcuna credibile iniziativa perchè fossero rimosse le ragioni dello sciopero, la principale delle quali rimane, in questa fase della vertenza, l’apertura del negoziato sul contratto della Mobilita». I sindacati sottolineano che «ad oggi la trattativa con le controparti non si è nemmeno avviata». La protesta, sostengono le sigle, «si arricchisce di ulteriori motivazioni, visto che una terza azione di sciopero proclamata fin dal 25 settembre non ha trovato la dovuta attenzione da parte dei soggetti istituzionali, nazionali e locali, che dovrebbero preoccuparsi di rimuovere le cause di un conflitto che ricade sulla mobilità degli utenti determinando pesanti disagi». In questo ambito Atb informa che per il 10 novembre il servizio sarà garantito dalle 6 alle 9.15 e dalle 12.30 alle 16.Inoltre la Regione Lombardia ha sospeso per la giornata di lunedì 10 novembre il fermo programmato dei veicoli più inquinanti in vigore dal 15 ottobre nella zona critica A1 di Milano. Il provvedimento di limitazione alla circolazione riprenderà regolarmente da martedì 11 novembre.A Bergamo - secondo un comunicato della Cgil - lo sciopero (sono stati però garantiti i servizi minimi indispensabili), ha avuto un adesione di quasi il 100% dei lavoratori.« Siamo molto soddisfatti del forte riscontro avuto da questa ennesima mobilitazione - ha detto Cesare Beretta, segretario provinciale FILT- CGIL. -. A Bergamo hanno scioperato tutti i lavoratori ATB, partendo dal personale viaggiante fino ai quadri, un altissima adesione anche in S.A.B. e in Locatelli S.r.l.(circa il 95%). «Adesioni altissime anche nei trasporti ferroviari, a livello regionale si aggirano tra il 70 e il 100% - ha detto Giuseppe Mascioli della segreteria FILT-CGIL di Bergamo -. Purtroppo il disagio che i viaggiatori questa mattina hanno dovuto sopportare è stato anche aggravato dalla mancata partenza di un treno (7.25 da Bergamo per Milano Centrale) e da altri due partiti con un ritardo superiore ai 50 minuti a causa di problemi di natura tecnica». (08/11/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags