Martedì 31 Marzo 2009

Scuola, tagli nel personale
ma garantito il tempo pieno

La brutta notizia è che i tagli al personale sono confermati, quella buona è che l'Ufficio scolastico regionale ha assicurato il rispetto delle principali richieste delle famiglie lombarde con bambini iscritti al primo ciclo scolastico: il tempo pieno (a 40 ore), l'orario a 30 ore, e le classi a 20 alunni in presenza di uno scolaro con disabilità.

Riunione fiume nella mattina di martedì 31 marzo a Milano all'Ufficio scolastico della Regione Lombardia. Il direttore generale Annamaria Dominici, il capo dipartimento Istruzione Giuseppe Cosentino e il direttore generale del Personale Luciano Chiappetta hanno confermato una notizia che circolava da settimane: per l'anno 2009/2010 saranno tagliate 37 mila unità del personale docente a fronte di 32 mila pensionamenti.

La notizia è arrivata con due assicurazioni: «Le richieste delle famiglie saranno rispettate - hanno detto i dirigenti -, in particolare quella del tempo pieno». Che coinvolge il 25%  delle famiglie lombarde ma che a Bergamo non pare avere grosso appeal: le richieste per più ore di scuola arrivano solo dal 10% delle famiglie orobiche coinvolte contro il 94.48% di Milano.

Ma veniamo a qualche numero: in Lombardia sono 408.403 gli alunni che stanno frequentando la scuola primaria in ben 21.024 classi. Gli iscritti per il 2009/2010 sono già a quota 412.811 con un incremento di 4.400 unità. Cresce però anche la richiesta delle classi a tempo piano: da 9.220 a 9.659.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata