Martedì 30 Maggio 2006

Seriate, ambulatorio itinerante a casa dei malati psichici

Dalla sfera scientifica propria della medicina, a quella della fantasia e della creatività. Non serve in psichiatria la pragmatica attuazione di tecniche medico-chirurgiche, «occorre invece uno sforzo di fantasia, occorre trovare qualcosa di diverso». Su queste convinzioni esposte da Gianpiero Covelli direttore del dipartimento di salute mentale dell’azienda ospedaliera Bolognini di Seriate, è stato strutturato un percorso per il trattamento dei disturbi psichici gravi dell’adolescenza. Il progetto è finanziato dalla Regione con 450mila euro in tre anni. L’idea è stata quella di ideare un ambulatorio itinerante; ovvero il medico o l’assistente che si spostano verso il paziente e le famiglie.Il servizio ha già contattato 120 persone con operatori specializzati: 3 psicologhe per 31 ore settimanali, un neuropsichiatra infantile (9 ore), due psichiatri (17 ore), un educatore professionale (13 ore), un’assistente sociale (13 ore). Gli operatori si spostano in alcuni ambulatori del territorio dell’Azienda Bolognini: Clusone al lunedì ore 14-18; Trescore Balneario al martedì ore 14-17; Seriate al mercoledì ore 14-19; Lovere al giovedì ore 13-18; Nembro al venerdì ore 14-18. L’accesso agli ambulatori è libero e gratuito. Il servizio è per cittadini residenti nel territorio dell’azienda Bolognini, ma possono accedere anche cittadini residenti altrove. E non c’è bisogno dell’impegnativa del medico curante. L’Azienda diretta da Amedeo Amadeo ha costruito l’impianto del progetto sulla constatazione che la fascia compresa fra 14 e 20 anni è l’età di esordio delle principali malattie di interesse psichiatrico, età in cui insorgono disturbi dell’umore, disturbi della personalità e le psicosi. (30/05/2006)

e.roncalli

© riproduzione riservata