Martedì 14 Gennaio 2014

Settimana di piogge e temporali

Ma il freddo invernale è lontano

Torna il maltempo sull’Italia, ombrelli aperti a partire dal Nord e tirreniche. «E’ colpa della prima delle due perturbazioni atlantiche che nelle prossime ore determinerà una passata di piogge e rovesci in movimento da Ovest verso Est», spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che prosegue:

«I fenomeni sono risultati localmente già abbondanti al Nord, Toscana e Sardegna, con nevicate a tratti copiose sulle Alpi mediamente oltre 600-900m, ma a tratti fino al fondovalle come in Trentino Alto Adige, Valtellina, Valle d’Aosta, in collina sul Piemonte. Imbiancate città come Trento, Bolzano e Sondrio, neve anche ad Aosta. A fine evento sono attesi accumuli anche di oltre mezzo metro di neve fresca al di sopra dei 1200-1500m».

Con l’arrivo di aria più fredda tornerà un po’ di neve anche sull’Appennino, mediamente oltre 1300-1600m, ma pure sotto i 1000m su quello settentrionale, fino a 300-500m su quello ligure centro-occidentale: una buona notizia, considerando che la dorsale non riceve nevicate significative da fine novembre scorso.

Mercoledì ancora piogge al Sud mentre migliora al Centronord. Ma la tregua sarà breve: «La seconda e questa volta più intensa perturbazione è attesa entro venerdì - avverte l’esperto - con piogge e temporali inizialmente soprattutto al Nord e tirreniche (al Nordovest piogge in arrivo già giovedì), entro il weekend su tutta l’Italia».

Tornerà inoltre a nevicare abbondantemente sulle Alpi oltre 500-800m, inizialmente in collina e a tratti in pianura sul Piemonte e molto probabilmente fino al fondovalle su Trentino Alto Adige, alta Lombardia e Valle d’Aosta, ma con quota neve in progressivo rialzo.

«L’Inverno resta comunque ancora assente nonostante il maltempo - concludono da 3bmeteo.com - Le temperature caleranno, ma non di molto, tanto che al Centrosud potranno risultare ancora sopra le medie del periodo, a causa di venti meridionali od occidentali sempre piuttosto miti».

Finora la stagione invernale ha lasciato molto a desiderare, con l’unica nota positiva delle nevicate abbondanti sulle Alpi. Probabilmente sino a fine mese il vero freddo resterà ancora lontano dall’Italia, maggiori possibilità a febbraio.

© riproduzione riservata