Giovedì 23 Ottobre 2008

Siamo un milione 59.500 ma nelle Valli si «cresce» poco

I residenti in provincia di Bergamo all’1 gennaio scorso sono 1.059.500. La presenza stranieri sale all’8,4%. Il Marocco e l’Albania sono in testa per la provenienzaIn riferimento alla sottoscrizione da parte della Provincia degli Accordi di programma per l’attuazione dei Piani di Zona ex legge 328/2000, l’Osservatorio Politiche Sociali, del Settore Politiche Sociali ha raccolto alcuni dei principali dati demografici relativi a ciascun Ambito Territoriale ex legge 328/2000 unitamente ad una descrizione molto sintetica delle tendenze specifiche che si osservano nei diversi territori.L’assessore alle Politiche Sociali, Bianco Speranza, evidenzia come “il risultato di questo lavoro, che spero negli anni a venire possa essere maggiormente approfondito, è il frutto, in primis, della collaborazione degli Uffici dell’Anagrafe comunali, ai quali la Provincia ha chiesto la scorsa primavera la trasmissione dei dati contenuti nei moduli statistici sulla popolazione residente nell’ambito del progetto Rete Interprovinciale di Attività a Supporto dell’Osservazione Regionale Integrazione e Multietnicità”. Anche per questo motivo nei prospetti è stata dedicata una particolare attenzione alla componente straniera della popolazione residente.Questo lavoro è stato realizzato perché i dati e le osservazioni contenuti nel prospetto possano offrire un concreto supporto alla prossima definizione dei piani di zona 2009/2011 e una fotografia delle variazioni sulla popolazione locale. Sul sito www.provincia.bergamo.it, seguendo il percorso Settore Politiche Sociali, Osservatorio Politiche Sociali, Area Socio-Demografica, alla voce Consulta i dati demografici dei singoli Comuni, Ambiti territoriali e Comunità Montane, è disponibile un prospetto analitico che riporta numerosi indicatori demografici. Le istruzioni per la consultazione a livello di Comune, Ambito e Comunità Montana sono contenute sulla stessa pagina web.Dai dati riportati si conferma il trend di crescita della popolazione, anche se il contributo più grande proviene dalla componente straniera. E’ evidente il distacco tra i diversi Ambiti e le Valli che registrano i più bassi trend di crescita. Notevole la differenza tra i diversi Ambiti dell’ incidenza percentuale di stranieri residenti.(23/10/2008)

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags