Simone Moro sull’Everest da «clandestino»

Simone Moro sull’Everest da «clandestino»

Un’altra impresa alpinistica per Simone Moro, questa volta da «clandestino»: il giovane alpinista bergamasco, infatti, ha raggiunto la vetta dell’Everest ma non aveva il permesso del governo cinese per varcare il confine tra Nepal e Tibet. Adesso cercherà di tornare indietro, in Nepal, in fretta. Rischia l’espulsione da parte del governo cinese. Intanto, però, si gode il successo: «Sono felicissimo», ha detto arrivo della traversata affrontata da solo e di notte.«Sono partito prestissimo - racconta Simone Moro - affrontando la salita e la discesa quasi sempre al buio. Non è stata una passeggiata, le corde erano coperte dalla neve e per qualche ora ho anche dovuto usare l’ossigeno». L’alpinista bergamasco ha raggiunto la vetta dell’Everest passando dal versante meridionale a quello settentrionale.(21/05/2006)

© RIPRODUZIONE RISERVATA