Strada bloccata ad Ambria Mattinata di proteste e disagi

Strada bloccata ad Ambria
Mattinata di proteste e disagi

Ancora una protesta da parte del «Comitato Frana S.P. 27»: dalle 9.45 di sabato 4 ottobre, e fino alle 11, diverse persone si sono posizionate sulla ex statale 470 in località Ambria di Zogno

La manifestazione ha causato la deviazione del traffico in entrambe le direzioni all’interno della frazione e a Camanghè. Sul posto anche i carabinieri di Zogno. Lunghe code fino a Sedrina, la manifestazione si è svolta con un centinaio di persone sulla carreggiata e non sono mancati momenti di tensione.

La protesta a Zogno ha causato lunghe code

La protesta a Zogno ha causato lunghe code

Auto ferme in coda, le deviazioni al traffico hanno creato rallentamenti e in particolare sono stati bloccati i camion della Sanpellegrino che non potevano transitare sul percorso alternativo alla manifestazione: la carreggiata è troppo stretta.

Lunghe code a Zogno

Lunghe code a Zogno

Una protesta che aveva uno slogan: «Oggi la deviazione la facciamo tutti», con la decisione del comitato di farsi sentire per «il disagio che da troppo tempo sta sopportando». E, aggiungono i manifestanti, «non vogliamo che questa sopportazione finisca per diventare rassegnazione». Diversi gli striscioni, contro l’amministrazione locale e la Regione, con la richiesta di una risoluzione efficace del problema.

La protesta a Zogno

La protesta a Zogno

«La Valle Serina è stanca di parole e proclami - dicono dal comitato -. Dopo dieci mesi dalla frana che ha interrotto la strada si è in attesa del progetto preliminare? Vogliamo ora dimostrare tutta l’indignazione per come è stata egstita questa situazione».

L’appello è rivolto al nuovo presidente della Provincia Matteo Rossi: «Ora tocca a lei dimostrare che dopo le parole possono seguire i fatti concreti» continuano i manifestanti, che commentano il comportamento della Regione: «Chiediamo al Pirellone che intervenga sulla questione decisamente, incaricando una persona esperta, con il compito di lavorare concretamente per la frana e controllare l’iter procedurale».

La protesta a Zogno

La protesta a Zogno

E a chi viene bloccato dalla protesta di sabato, il comitato lancia solo un monito: «Pensate al prossimo inverno che ci aspetta». La strada è stata riaperta intorno alle 11.


© RIPRODUZIONE RISERVATA