Strage del bus, la lettera ai poliziotti «Siete persone davvero speciali»

Strage del bus, la lettera ai poliziotti
«Siete persone davvero speciali»

«Siete davvero speciali». Si conclude così la lettera scritta da Krisztina Regos, ungherese residente a Verona, ai poliziotti che hanno assistito i parenti dei 16 studenti morti nell’incidente avvenuto venerdì scorso sull’autostrada A4 a Verona.

«Vi chiedo di darci una mano per far arrivare le mie parole a loro - scrive Krisztina che ha fatto da interprete volontaria affiancando il lavoro del consolato e della polizia in questo caso - Io li devo ringraziare! Ringraziare questi poliziotti che erano con noi in questi giorni difficili. Questi agenti hanno un cuore enorme. Posso parlare di loro solo positivamente, mai visto un comportamento così esemplare. C’erano poliziotti chi hanno dato giacche e stivali a questi ragazzi rimasti senza vestiti, hanno aiutato i genitori e ci sono stati vicini davvero tanto. Purtroppo non so i nomi, se sapessi vi ringrazierei uno per uno. Sono felice di aver conosciuto persone meravigliose come voi e voglio che sanno tutti come siete. Grazie con tutto il cuore al nome di tutti gli ungheresi. Siete davvero speciali».


© RIPRODUZIONE RISERVATA