Venerdì 09 Giugno 2006

Sub di Torre de’ Busi annega a Mandello

È morto nelle acque del lago di Lecco, a Mandello, nelle vicinanze della Canottieri Moto Guzzi. La vittima è William Erminio Malighetti, cuoco di 34 anni, che viveva a Torre de’ Busi insieme alla moglie e alla figlioletta di quasi un anno. Tutto è avvenuto ieri poco dopo le 20, mentre stava facendo un’immersione. A causare il tragico incidente sarebbe stato un malore che avrebbe colpito il sub al momento della risalita. Secondo una prima ricostruzione dei fatti - sull’incidente stanno indagando i carabinieri - William Erminio Malighetti si sarebbe immerso in compagnia di alcuni amici. Tutto sembrava andare per il meglio per gli appassionati d’immersione, visto che quella di ieri pareva proprio essere una giornata ideale per i praticanti di questa disciplina.Improvvisamente, a una profondità stimata in una cinquantina di metri, la tragedia. Sempre secondo i primi accertamenti, William Erminio Malighetti sarebbe stato visto dai compagni accelerare improvvisamente verso la superficie, ma senza il boccaglio, forse perché colto da un improvviso malore. A lanciare l’allarme sono stati proprio i compagni di immersione che, resisi subito conto di quello che era avvenuto, hanno messo in moto la macchina dei soccorsi. Sul posto sono giunti gli operatori del pronto intervento inviati dalla centrale del 118. L’équipe medica ha cercato in tutti i modi di strappare alla morte il trentaquattrenne, tentando disperatamente di rianimarlo. Ma ogni sforzo si è rivelato inutile e al medico intervenuto sul luogo della tragica immersione non è rimasto altro da fare che constatare il decesso di William Erminio Malighetti. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri, per compiere tutti gli accertamenti di legge.L’episodio di ieri avviene a pochi giorni di distanza dalla morte di un altro lecchese, Massimiliano Valsecchi, di Civate, dipendente dell’Amministrazione provinciale. Il giovane era impegnato in una spedizione speleologica, sulle Alpi Apuane, in Garfagnana (Toscana). L’incidente sarebbe avvenuto mentre il gruppo di speleosub stava risalendo la risorgenza della Pollaccia, a Careggine. Il corpo senza vita dell’ingegnere lecchese era stato rinvenuto a una quarantina di metri di profondità, intrappolato in una cavità allagata della grotta.William Erminio Malighetti era cuoco e abitava con la moglie Patrizia e la figlioletta Sofia – che compirà un anno il prossimo 25 giugno – in via Vittorio Veneto a Torre de’ Busi. Era appassionato di immersioni e, appena poteva, raggiungeva il lago per dedicarsi a questo sport. Così ha fatto anche ieri sera, nello specchio d’acqua limitrofo alla Canottieri Moto Guzzi in zona Debbio, tra Abbadia Lariana e Mandello. Da qualche tempo questa zona è diventata quartier generale degli appassionati di sub.(09/06/2006)

e.roncalli

© riproduzione riservata