Venerdì 17 Ottobre 2008

Tentata violenza: in manettea Pedrengo un 36enne romeno

È stato arrestato per tentata violenza sessuale aggravata, percosse e minacce, oltre che per tentato omicidio. Protagonista un 36enne romeno che prima ha tentato di abusare della moglie di un connazionale, che l’aveva ospitato perché aveva perso la casa, poi ha accolto i carabinieri con in pugno un coltello lungo venti centimetri.Tutto è accaduto ieri sera a Pedrengo in via Kennedy. L’uomo da qualche tempo era ospite di una famiglia romena - mariro, moglie e figlio di un anno, amici di famiglia - perché aveva dovuto lasciare la sua abitazione di Cenate Sopra. Ieri dopo cena il marito è uscito per andare a lavorare: il 36enne, ubriaco, ha tentato di violentare la moglie, e quando lei è scappata in camera l’ha assalita. La donna ha chiamato il marito, il marito ha avvertito la sorella che era più vicina a casa, e quest’ultima ha chiesto aiuto ai carabinieri. Quando sono arrivati i militari, il 36enne si è chiuso in casa, la donna invece si è barricata in bagno con il figlio. Alla fine i carabinieri lo hanno convinto ad aprire, ma lui si è presentato con un coltellaccio in mano. Questo non ha fatto altro che aggravare la sua posizione: ora è in carcere in attesa di essere interrogato.(17/10/2008)

r.clemente

© riproduzione riservata