Martedì 15 Giugno 2004

Tentorio e Rustico i più votati

Il nuovo colore della politica? Il nerazzurro. Sì, perché la vera sorpresa di questa tornata elettorale, in fatto di preferenze ai singoli candidati dei principali partiti per il Consiglio comunale, la fa il calciatore in prestito alla politica. Il verdetto è: Fabio Rustico (447 preferenze), lista per Roberto Bruni sindaco. Insomma: dal cuore dei tifosi a quello degli elettori. Meglio di lui ha fatto solo Franco Tentorio (An) con 463 voti.

Il vicesindaco e assessore al Bilancio uscente è ancora il preferito, e tra l’altro anche lui ha molto di nerazzurro: tifosissimo atalantino e figlio di Luigi, storico dirigente dell’Atalanta. Numero uno di An, è anche il primo in ordine di preferenze, seguito nel suo partito dagli assessori uscenti all’Istruzione Alessandra Gallone (152), e all’Edilizia privata Pierluigi Buzzanca (139). In Forza Italia sbaraglia tutti l’assessore alle Politiche sociali Maurizio Bonassi con 412 preferenze. Seguono Tommaso D’Aloia (321), figlio di Gianni D’Aloia, Gianfranco Ceci (290), presidente uscente del Consiglio comunale. Nei posti alti della classifica figura anche il consigliere comunale uscente Marcello Moro (256). Resiste anche il capogruppo uscente Roberto Magri (245).

Per la Lega Nord Daniele Belotti con 190 suffragi personali si riconferma il capolista. Seguono i consiglieri uscenti Guglielmo Redondi (79) e Silvia Lanzani (60). Nessun colpo di scena nemmeno per quanto riguarda l’Udc: i più votati sono il consigliere uscente Domenico Cappuccio e Zaira Cagnoni (alla pari con 118 preferenze). Nella Lista Veneziani invece il primo posto è conquistato da Andrea Veneziani (245), il nipote del sindaco uscente Cesare Veneziani. Segue l’assessore alla Cultura uscente Valerio Marabini (121), mentre è in caduta l’assessore ai Lavori pubblici Marcello Puppi (32).

Per quanto riguarda il centrosinistra, dietro Rustico troviamo Simone Paganoni (255), Antonio Misiani (241) ed Elena Carnevali (240) dei Ds; Giuseppe Anghileri (226) ed Enrico Fusi (191) dell’Aratro; Fiorenza Varinelli (266), Valter Grossi (223) e Sperandio Bonalumi (175) della Margherita. Bene diversi candidati della lista per Bruni sindaco: Giuseppina Andreini (127), Vanni Maggioni (162) e Carlo Fornoni (152). Per quanto riguarda i dipietristi dell’Italia dei Valori, il segretario provinciale Goffredo Cassader (40) è stato preceduto da Giuseppe Santoro (59). Rifondazione Comunista è guidata dal coordinatore cittadino Paolo Scanzi (149). Per i Verdi il più votato è stato Renato Sabbadini (61), consigliere uscente.

(15/06/2004)

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags