Terremoto, i morti salgono a 291 Mattarella ai soccorritori: «Grazie»
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella con il sindaco di Amatrice

Terremoto, i morti salgono a 291
Mattarella ai soccorritori: «Grazie»

«Uno sforzo straordinario, vi ringrazio per quello che fate». Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è rivolto così a volontari, forze dell’ordine, esercito e vigili del fuoco ancora impegnati a scavare nelle macerie ad Amatrice, il paese più colpito dal terremoto.

Il capo dello Stato Sergio Mattarella è giunto ad Amatrice in elicottero alle 8.30 di sabato 27 agosto. Dopo un incontro lungo le strade della zona rossa il Presidente si è intrattenuto con il sindaco Sergio Pirozzi che gli ha illustrato la situazione prima dei funerali. Ad Amatrice una celebrazione religiosa, senza salme, si svolgerà mercoledì alle 18. Oggi giornata di lutto nazionale.

A seguito del decesso nel pomeriggio dell’uomo ricoverato all’ospedale di Perugia e proveniente da Arquata, il bilancio delle vittime del terremoto del centro Italia, comunicato dalle Prefetture di Rieti e Ascoli Piceno, è salito al momento a 291: 230 ad Amatrice, 11 ad Accumoli e 50 ad Arquata del Tronto. Lo rende noto la Protezione civile. Nel versante marchigiano del sisma, la fase di prima emergenza è terminata e comincia l’attività di recupero delle masserizie della popolazione sfollata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA