The Floating Piers e le lunghe code Christo: «Se siete di fretta non venite»
Christo sulla passerella

The Floating Piers e le lunghe code
Christo: «Se siete di fretta non venite»

I primi due giorni di apertura di The Floating Piers sono stati quelli degli occhi strabuzzati da migliaia di visitatori e non solo, anche delle lunghe code che si sono formate agli ingressi.

A causa del maltempo l’opera è stata più volte aperta e chiusa, con pesanti conseguenze sui trasporti diretti a Sulzano. C’è chi, stanco di aspettare, ha girato i tacchi ed è tornato a casa. Proprio per evitare altre lamentele Christo ha deciso di rompere il silenzio per avvertire tutte le persone che nei prossimi giorni visiteranno la sua opera.

«Prendetevi tempo per visitare The Floating Piers, accettate l’attesa perché camminerete una sola volta nella vita sull’acqua – ha spiegato durante una conferenza stampa a Sale Marasino -. Sarà per soli 16 giorni! Se siete di fretta, non venite. Non è come vedere un dipinto in un museo dove tutto è predisposto per accogliere i visitatori. Qui bisogna accettare caldo, acqua, pioggia, attese, disagi. Prendetevi del tempo. L’attesa fa parte dell’esperienza».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 21 giugno 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA