Torna l’incubo dei sassi dal cavalcavia Denunciati quattro minorenni

Torna l’incubo dei sassi dal cavalcavia
Denunciati quattro minorenni

Quattro minorenni veronesi, di età compresa tra i 13 e i 16 anni, sono stati denunciati dalla questura di Verona per aver lanciato alcuni grossi sassi da un cavalcavia della bretella che conduce al casello di Verona Nord dell’autostrada del Brennero.

Il fatto risale alla notte di Halloween quando cinque ragazzini - con loro anche un 13enne non punibile - hanno lanciato sassi dal cavalcavia in località San Massimo nel Veronese. Un sasso ha centrato un’auto sul parabrezza, fortunatamente senza causare feriti. I quattro minorenni sono stati tutti identificati dagli agenti delle Volanti, intervenuti dopo l’allarme lanciato da alcuni automobilisti, e sono stati portati in questura, denunciati e poi consegnati ai genitori.

Il 29 dicembre 1993 proprio sull’A22 una giovane veronese, Monica Zanotti, 25 anni, venne uccisa dal lancio di un macigno di dodici chili da un cavalcavia che centrò l’auto del suo fidanzato. I responsabili dell’omicidio, tre ventenni veronesi, vennero condannati a pene tra i 15 e i 16 anni di carcere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA