Lunedì 29 Dicembre 2003

Torna l’energia elettrica a Mezzoldo e Santa Brigida

Ripristinato il blackout energentico in Alta Val Brembana, dove ieri, per la troppa neve, moltissimi paesi erano rimasti senza corrente. La situazione più critica si è vissuta a Mezzoldo e a Santa Brigida: fino a stanotte l’energia elettrica non era ancora stata riattivata e ieri pomeriggio erano andati fuori uso anche i telefoni fissi. Da martedì mattina invece situazione ripristinata da parte dei tecnici dell’Enel: i due paesi stanno tornando lentamente alla normalità: il blackout ha danneggiato le attività commerciali.

I blackout

Il carico di neve sugli alberi ha spezzato i rami che, cadendo, hanno tranciato i cavi dell’Enel; in alcuni casi è lo stesso peso della neve sui cavi a romperli. Fatto sta che sedici Comuni lunedì sono rimasti al buio: la corrente è mancata a singhiozzo a Valtorta, Olmo al Brembo, Foppolo, Carona e Valleve; poi in Valle di Scalve a Vilminore e Colere in particolare. E ancora a Gandellino e Gromo. La situazione si è normalizzata in questi Comuni lunedì pomeriggio, mentre come detto si è atteso martedì mattina per riavere la corrente a Mezzoldo e Santa Brigida.

Elevato rischio di valanghe

Resta alta l’attenzione nei prossimi giorni per il pericolo valanghe. «In questo periodo – dice il presidente regionale del Soccorso Alpino Danilo Barbisotti – il pericolo è molto alto. Soprattutto, poi, con tutta la neve che è caduta nelle ultime ore. Occorre evitare i fuoripista, la neve fresca da un momento all’altro può scivolare via».

(30/12/03)

m.ferrari

© riproduzione riservata

Tags