Venerdì 18 Giugno 2004

Torna l’estate, riaprono i rifugi sulle Orobie

Con la bella stagione riaprono i rifugi alpini delle montagne bergamasche. Sulle Orobie sono attesi numerosi turisti e vacanzieri della domenica ai rifugi. In valle Seriana gli escursionisti potranno raggiungere l’Alpe Corte, il Brunone, il Coca, l’Antonio Curò. In valle di Scalve il Luigi Albani e il Nani Tagliaferri. Altri sette rifugi costellano l’arco alpino delle valli Taleggio, Brembana e Serina, a partire dal Gherardi, per proseguire col Benigni al monte Avaro, la Casa Cantoniera del Passo di San Marco, gli storici Longo, Calvi, e Laghi Gemelli e, infine, il Capèanna 2000 sulle pendici del Monte Arera.

Senza dimenticare la fauna: caprioli, camosci, stambecchi, marmotte e l’aquila reale. Per non parlare poi delle tante specie di fiori alpini che sbocciano lungo i sentieri per i rifugi e che danno tono, profumo e colore al paesaggio. Non solo natura. L’escursionista attento potrà anche notare lungo il cammino i segni lasciati dall’uomo: le tribuline con le immagini della Madonna e dei santi più venerati in loco; le Aral, cioè le aree tondeggianti dove i carbonai trasformavano, secondo un processo vecchio di secoli, la legna in carbone; le calchere, antichi rudimentali forni a scodella, dove la pietra calcare veniva trasformata in calce; gli imbocchi delle miniere e i ruderi delle baracche dei minatori, così come le baite, piccole costruzioni di pietra destinate ad accogliere nella stagione estiva mandriani e pastori.

Prima di partire è bene attrezzarsi di scarponi e indumenti non troppo leggeri per affrontare i mutamenti repentini del tempo e non ci si deve dimenticare di dire sempre a qualcuno qual’è la propria meta . Per qualsiasi evenienza comunque, in caso di necessità il numero da farsi è il 118.

Alcune indicazioni sui rifugi

Valle Seriana - Il rifugio ALPE CORTE , nell’alta Valcanale in comune di Ardesio, è posto a 1410 metri di quota e costituisce anche la prima tappa lungo il Sentiero delle Orobie. Lo si raggiunge da Valcanale in circa un’ora, seguendo l’ampio e facile sentiero Cai n.220. Il RIFUGIO BRUNONE, sulle balze del Redorta, coi suoi 2295 metri è il più «alto» di quelli della Valseriana. Vi si può arrivare anche seguendo il Sentiero delle Orobie dal Calvi o dal Coca. Sopra Valbondione a 1892 metri sta il RIFUGIO COCA. V si accede da Valbondione in ore 2,30 seguendo il sentiero Cai 301. Vi si può giungere seguendo il sentiero delle Orobie anche dal Curò o dal Brunone. L’ANTONIO CURO’ è posto a 1895 metri di fronte allo stupendo lago artificiale del Barbellino. E’ il più grande rifugio bergamasco.

Valle di Scalve - Il RIFUGIO NANI TAGLIAFERRI è a 2328 metri di quota. Vi si accede da diversi luoghi, solitamente si percorre, dal rifugio Vivione, il sentiero 416 in tre ore. Il RIFUGIO LUIGI ALBANI è a 1939 metri di fronte alla Nord della Presolana e nei pressi del lago di Polzone. Il rifugio è aperto fino al 7 settembre. Vi si accede solitamente da Carbonera di Colere, seguendo il sentiero Cai 402 in ore 2,30.Oppure in 30 minuti usufruendo, in tempo di apertura, degli impianti di risalita di Colere.

Valle Taleggio - Il RIFUGIO GHERARDI è 1650 metri di quota. Vi si accede da Capo Foppa lungo un agevole sentiero in circa un’ora e mezzo di cammino. Dispone di 70 posti letto ed è aperto tutti i fine settimana e tutti i giorni a partire dal primo fine settimana di luglio fino a tutto settembre.

Valle Brembana - Il RIFUGIO BENIGNI, a quota 2222 metri, si raggiunge dai Piani del Monte Avaro in due ore circa lungo un sentiero molto ripido. Il rifugio-che dispone di una ventina di posti letto- è aperto tutti i fine settimana e da oggi e fino a tutto settembre tutti i giorni. La storica CASA CANTONIERA del PASSO SAN MARCO - la cui attività ricettiva risale agli inizi del 1500 - è posta a quota 1830, a circa trenta minuti di cammino dal Passo ed è raggiungibile in auto. Dispone di una cinquantina di posti letto ed è aperta tutto l’anno salvo nevicate particolarmente consistenti. Il RIFUGIO FRATELLI LONGO, posto a quota 2028 metri, si raggiunge da Carona in un ora e mezzo circa di cammino. Dispone di una quarantina di posti letto. Il RIFUGIO FRATELLI CALVI, posto a quota 2025, si raggiunge pure da Carona in due ore circa. È aperto nei fine settimana di tutto l’anno e da maggio ogni giorno fino a fine settembre. Il RIFUGIO DEI LAGHI GEMELLI, a 1961 metri di quota, si raggiunge sempre da Carona in circa due ore di cammino. È aperto per dieci mesi all’anno e dispone di di 70 posti letto.

Valle Serina - Il RIFUGIO CAPÈANNA 2000, sulle pendici sud del Monte Arera, è posto a quOta 2000 metri. Si sale da Zambla Bassa in due ore circa di comodo cammino lungo una mulattiera. Sono disponibili 45 posti letto.

(18/06/2004)

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags