Lunedì 05 Settembre 2005

Torre Boldone: un maxi-graffito sui muri del sottopassaggio

Il sottopasso che collega via Santa Margherita a via San Martino Vecchio, passando sotto la provinciale della Val Seriana, ristrutturato alla fine dell’anno scorso, era già pieno di scritte e disegni di vandali. Così il Comune di Torre Boldone ha deciso di commissionare a un gruppo di «writers» (così si chiamano i disegnatori di murales) un gigantesco graffito, sul tema delle quattro stagioni. E ora il sottopasso è gradevolmente colorato.

Il gruppo di writers, una decina di ragazzi di età compresa tra i 20 e i 23 anni residenti a Torre Boldone e dintorni, ha accettato di effettuare l’intervento gratuitamente e il Comune ha dovuto sostenere solo le spese per l’acquisto delle bombolette (in tutto ne sono state utilizzate 180) e della pittura per preparare il fondo su cui disegnare. I giovani artisti hanno preso le misure, elaborato un bozzetto e cominciato a colorare i muri. Dopo una decina di giorni di lavoro hanno realizzato un graffito lungo circa 40 metri che copre entrambi i lati del sottopasso.

Grande soddisfazione in Comune. Sia perché uno spazio pubblico importante è stato riqualificato, sia perché intorno all’iniziativa, che ha dato ai giovani la possibilità di esprimere la propria creatività, si è creato interesse in paese, con momenti di incontro tra i giovani writers e tante persone che hanno seguito sul posto l’elaborazione delgraffito. Il sindaco Claudio Piazzalunga e l’assessore alla Cultura Rosella Ferrari rimarcano che «il sottopassaggio, per alcuni giorni, è stato un vero e proprio punto di ritrovo». E l’appetito vien mangiando: «Valuteremo l’opportunità - aggiungono - di adottare la stessa soluzione anche per altri spazi».

(05/09/2005)

a.campoleoni

© riproduzione riservata

Tags