Tutti vogliono il panettone di Massari In tilt lo shop online della pasticceria

Tutti vogliono il panettone di Massari
In tilt lo shop online della pasticceria

L’anno scorso era successo il 29 novembre, quest’anno lo shop on line della Pasticceria Veneto - la migliore d’Italia anche quest’anno per la Guida del Gambero Rosso - è «saltato» a un mese esatto dal Natale.

Sulla pagina Fb di Iginio Massari la comunicazione è chiara: «Lo shop on line tornerà attivo a gennaio». Tantissimi i commenti postati tra la delusione e il disappunto. Il panettone del maestro Massari, le cui richieste per via telematica hanno iniziato a impennarsi già a «metà ottobre, con un incremento esponenziale proprio in questi giorni» come spiega la figlia Debora, responsabile del canale di vendite on line, si potrà avere solo presentandosi di persona.

Si assisterà così anche quest’anno al pellegrinaggio in via Veneto, a Brescia, fin dalle prime ore della mattina, come già visto l’anno scorso, con persone in coda da prima delle 6 pur di presentare in tavola il panettone del miglior pasticcere d’Italia? Presto per dirlo, anche se in pasticceria il tilt on line era in qualche misura messo in preventivo. «Quest’anno abbiamo studiato accorgimenti organizzativi per aumentare la quantità di panettoni, ampliando il magazzino, ad esempio e cambiando due forni e impiegando tre persone per le spedizioni. Nonostante questo il flusso è aumentato. Fino a ieri arrivavano nuovi ordini nel giro di qualche minuto di distanza l’uno dall’altro - ci spiega ancora Debora Massari -: il fatto è che il panettone, così come tutti gli altri prodotti, è artigianale e come tale viene prodotto secondo processi e tempestiche che non si possono accelerare». E la lavorazione del panettone è davvero laboriosa. Basti pensare che per arrivare al prodotto finito è necessario passare da quattro lievitazioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA