Sabato 30 Agosto 2014

Una gara a colpi di accetta

Il re dei boscaioli è di Mezzoldo

L’incitamento del pubblico copriva di gran lunga i colpi d’accetta che sferravano per abbattere i due alberi. Dopo le batterie e la semifinale, erano rimasti in due a contendersi la sfida più prestigiosa: quella del taglio con la scure. Da una parte Sandro Valcher di Santa Brigida, dall’altra Francesco Gamba di Dossena. Ha vinto il primo, buttando a terra il tronco una manciata di secondi prima del rivale. Una grande fatica per entrambi ricompensata dal riconoscimento e dagli applausi dei presenti.

L’ottava tappa del campionato del boscaiolo si è chiusa a Piazzatorre, decretando, con la fine del circuito, il migliore taglia legna della Valle Brembana. Perché, se il trofeo di giornata è andato a Valcher, la classifica generale è stata vinta da Flavio Balicco di Mezzoldo seguito, in seconda posizione, dallo stesso Valcher e, sul terzo gradino del podio, da Bortolo Omacini di Dossena. La manifestazione è stata organizzata dall’Asp Piazzatorre e da Luciano Quarteroni di Piazza Brembana, con il contributo del negozio di Alberto Minuti di San Pellegrino Terme.

La gara con il segaccio, che si svolge a coppie, è stata vinta da Costante Bonzi e Bortolo Alcaini di Dossena. La staffetta a squadre, con team composti da concorrenti di paesi diversi, da Flavio Borsotti, Simone Zanchi e Beppino Pesenti. L’esperto che più si è avvicinato al peso del pezzo di tronco, sbagliando per soli dieci grammi, è stato Costante Bonzi mentre Sandro Valcher si è aggiudicato quella dello spessore del disco.

Infine, Sergio Busetti di Martinengo si è avvicinato più di tutti al peso della catasta di legna (erano 940 chilogrammi mentre il suo calcolo è stato di 941 chilogrammi).

Nel taglio con la scure, oltre al primo posto di Valcher e al secondo di Gamba, in terza posizione si è piazzato Flavio Balicco, in quarta Cristian Paleni di Piazzatorre.

© riproduzione riservata