Una gru bergamasca nel cantiere più alto d’Europa

Una gru bergamasca
nel cantiere più alto d’Europa

La «F425RA e-dynamic» della Fassi di Albino, uno dei prodotti più innovativi del settore, ha contribuito in modo decisivo in questi anni alla costruzione della stazione di arrivo della nuova funivia sul Monte Bianco che entrerà in funzione a giugno.

Si parla della Punta Helbronner, uno dei luoghi più maestosi ed arcigni d’Europa, che con i suoi 3.466 metri rappresenta una magnifica terrazza tra i ghiacciai, con una vista a 360° gradi su tutto l’arco alpino: dalla cima del Bianco al Dente del Gigante con, all’orizzonte, i più celebri «Quattromila» del vecchio Continente.

Entro 50 giorni tutto quindi dovrà essere pronto per la nuova funivia, progetto faraonico che ha richiesto un investimento di 105 milioni di euro e quattro anni di lavoro per la costruzione dei due nuovi impianti con partenza da Pontal d’Entrèves vicino all’autostrada e arrivo appunto a Helbronner.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 15 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA