Venerdì 07 Gennaio 2005

Vacanze agli sgoccioli Code sulle strade del rientro

«L’Epifania tutte le feste porta via»: le vacanze della stagione invernale si avviano alla conclusione e inevitabilmente sulla strada del rientro si formano lunghe colonne di auto. Dall’Alta Valle Brembana o da quella Seriana a Bergamo sarà un week end all’insegna delle code e del traffico intenso. La circolazione si preannuncia difficoltosa in particolare tra San Giovanni Bianco e l’innesto ad Ambria della provinciale di Valle Serina sull’ex statale della Valle Brembana, com’era già accaduto domenica scorsa. Da San Pellegrino Terme a Zogno - il tratto problematico dell’asse viario del fondovalle brembano - occorrerà una mezz’ora. Gli agenti della Polizia locale di Zogno prevedono un anticipo del rientro già nel pomeriggio di sabato. I due incroci semaforizzati di Zogno saranno sincronizzati per consentire un flusso più veloce.

Il problema del rientro riguarda sempre il tratto tra San Pellegrino Terme (con code fino a San Giovanni Bianco) e Ambria a causa degli innesti delle strade secondarie sull’asse viario vallare. Mentre la Polizia locale sconsiglia assolutamente le strade alternative per Stabello e Ubiale/Clanezzo. La situazione non è molto diversa in Alta Valle Seriana e in Valle di Scalve, dove le piste da sci hanno fatto registrare la presenza di un numero eccezionale di sciatori. E ciò grazie all’innevamento (anche artificiale) delle piste e al lungo ponte scolastico.

Numerose famiglie di vacanzieri hanno quindi prolungato le ferie. Da domenica, comunque tornerà lo spettro delle code sulla strada del rientro. Si viaggerà a passo d’uomo con disagi per tutti. Chi non volesse rimanere troppe ore in auto dovrebbe - secondo gli esperti - ripartire sabato mattina. Polizia municipale e carabinieri della valle stanno già presidiando la strada provinciale che dalla Presolana o da Valbondione porta a Bergamo. Intoppi potrebbero verificarsi nei centri abitati di Castione, dove ci sono sempre dei rallentamenti a causa di cinque passaggi pedonali, e a Clusone: il punto più criticio è all’incrocio tra la ex statale della valle Seriana e la provinciale per Lovere.

Altro punto problematico in alta valle, per il traffico che proviene da Valbondione e quello che giunge da Clusone, è la confluenza, a Ponte Selva, della provinciale 49 con la ex statale della Presolana. A Parre, si creano sempre ingorghi e lunghe file di auto verso Villa d’Ogna e Clusone. La Compagnia carabinieri di Clusone aumenterà i servizi delle pattuglie, tuttavia si chiedere collaborazione da parte degli automobilisti. A metà della valle Seriana, i semafori di Comenduno, Nembro e Albino creano rallentamenti e attese. Il percorso è vigilato dagli agenti della Polizia locale dei paesi. Poche unità che - secondo i sindaci della zona - dovrebbero essere supportati dalla Polizia municipale di Bergamo per snellire il traffico alle porte della città e sulla circonvallazione.

(07/01/2004)

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags