Martedì 19 Febbraio 2008

Ventiquattro vescovi nativi della Bergamasca

Sono ventiquattro i vescovi nativi del territorio bergamasco. Di questi, sei sono arcivescovi, fra cui tre nunzi apostolici in Paesi con problematiche anche molto gravi dal punto di vista sociale, politico e religioso. Molti di loro guidano diocesi missionarie, che stanno sviluppando nelle strutture e nelle iniziative pastorali. Questo il loro elenco: Santo Quadri, di Ossanesga, arcivescovo emerito di Modena-Nonantola; Bruno Foresti, di Tavernola, arcivescovo-vescovo emerito di Brescia; Gaetano Bonicelli, di Vilminore, arcivescovo emerito di Siena-Montalcino-Colle Val d’Elsa; Aldo Cavalli, nunzio apostolico in Colombia, nativo di Lecco, poi trasferitosi a Caprino; Luigi Bonazzi, di Gandino, nunzio apostolico a Cuba; Leopoldo Girelli, di Predore, nunzio apostolico in Indonesia; Servilio Conti, di Vertova, dei missionari della Consolata, vescovo ausiliare emerito di Santa Maria in Brasile; Angelo Gelmi, di Gandino, del Patronato San Vincenzo, vescovo ausiliare di Cochabamba in Bolivia; Roberto Amadei, di Verdello, vescovo di Bergamo; Cesare Bonicelli, di Bergamo, vescovo emerito di Parma; Armando Giuseppe Brambilla, della comunità missionaria del Paradiso, vescovo ausiliare di Roma, nativo di Cologno Monzese, ma formatosi nel Seminario di Bergamo; Luca Milesi, di San Giovanni Bianco, dei frati Cappuccini, eparca emerito di Barentú in Eritrea; Franco Cuter, di Gazzaniga, dei frati Cappuccini, vescovo di Grajaú in Brasile; Giuliano Frigeni, di Colognola, del Pime-Pontificio Istituto missioni estere, vescovo di Parintins in Brasile; Lino Belotti, di Comenduno, vescovo ausiliare di Bergamo; Sergio Alfredo Gualberti, di Clusone, vescovo ausiliare di Santa Cruz de la Sierra in Bolivia; Carillo Gritti, di Martinengo, dei missionari della Consolata, vescovo di Itacoatiara in Brasile; Francesco Panfilo, di Vilminore, dei padri Salesiani, vescovo di Alotau-Sideia in Papua Nuova Guinea; Ottorino Assolari, di Scanzorosciate, della Sacra Famiglia di Martinengo, vescovo di Serrinah in Brasile; Alessandro Carmelo Ruffinoni, di Piazza Brembana, dei Padri Scalabriniani, vescovo ausiliare di Porto Alegre in Brasile; Giuseppe Merisi, di Treviglio, vescovo di Lodi; Alessandro Pagani, di Torre Boldone, dei padri monfortani, vescovo di Mangochi in Malawi; Carlo Mazza, vescovo di Fidenza; Valter Dario Maggi, di Brignano Gera d’Adda, vescovo ausiliare di Guayaquil in Ecuador.(19/02/2008)

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags