Vi sentite un po’ più giù del solito? Oggi è (pare...) il giorno più triste dell’anno

Vi sentite un po’ più giù del solito?
Oggi è (pare...) il giorno più triste dell’anno

Se siete tristi perché è lunedì, sappiate che potrebbe non essere un lunedì come gli altri, bensì il «Blue Monday», ovvero il giorno più triste dell’anno.

Lo scrive il quotidiano britannico Daily Star, ricordando un curioso studio di una decina d’anni fa di uno psicologo, Cliff Arnall, all’epoca tutor presso la Cardiff University, che per arrivare a questo dato incrociò insieme ad altri esperti una serie di diversi fattori: condizioni climatiche, livello del debito, tempo passato dal Natale, i bassi livelli motivazionali. Morale, il giorno più triste dell’anno è di norma, il terzo lunedì di gennaio, ovvero quando l’euforia per le feste di Natale è già svanita e ci si rende conto che c’è ancora un lungo anno da affrontare.

La cosa farà sorridere, ma pare che In Inghilterra la cosa venga presa molto sul serio: in coincidenza con il Blue Monday (i New Order ci hanno fatto pure una canzone) ci sarebbe un aumento del numero delle astensioni dal lavoro e alcune associazioni offrono consulto psicologico per chi ne richiede bisogno, come per esempio vestirsi di colori sgargianti o ascoltare musica allegra. Persino gli esperti della British Dietetic Association suggeriscono di fare una grande abbuffata per superare la depressione da Blue Monday «Mangiare tanto può aiutare la gente a superare il giorno più triste dell’anno solo se non avvengono eccessi – riferisce Alison Clark della Bda – evitate caffeina e snack energetici e prendete solo cibi nutrienti per portare un po’ di gioia nel Blue Monday».

Per la cronaca, i medesimi analisti hanno pure calcolato il giorno più felice dell’anno: occhio al calendario, dovrebbe cadere tra il 21 e 24 giugno. Perché l’infelicità è certa anche nel giorno, la felicità di norma un po’ più approssimativa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA