Giovedì 18 Dicembre 2008

Villaggio degli Sposi, inaugurato il parco Aldo Moro. E Palafrizzoni fa il calendario con tutti i giardini

SCARICA IL PDF DEL CALENDARIOUn nuovo parco al Villaggio degli Sposi è stato inaugurato nella mattina di giovedì 18 dicembre dal Comune di Bergamo che lo ha intitolato allo statista Aldo Moro, nel trentesimo anniversario dell’omicidio suo e della sua scorta. VIDEOParco.wmvIl parco si inserisce nella cintura verde che il Pgt sta progettando per la città e arricchisce il quartiere di un’altra oasi: l’area verde copre circa 14 mila metri quadrati con 536 alberi e cespugli. Il terreno ha un andamento pianeggiante, coerente con l’andamento attuale, ad eccezione di una zona, prossima a Via Guerrazzi, dove su una montagnetta artificiale è localizzato un piccolo anfiteatro per piccoli spettacoli e manifestazioni. L’impianto è dotato di 30 panchine, distribuite lungo i viali e più numerose nella zona attrezzata a giochi per bambini, di due gazebo, di giochi in legno e a molla, fontanelle, impianto di irrigazione automatica. Al parco si accede attraverso 6 accessi, da Via Guerrazzi, dal parcheggio di Via Guerrazzi e dal parcheggio di Via Promessi Sposi. Il parco Aldo Moro è l’ultimo spazio verde di una lunga serie progettata da Palazzo Frizzoni: tra il 2004 e il 2008 l’amministrazione comunale di Bergamo ha infatti realizzato o finanziato parchi pubblici per oltre 300.000 mq (13 volte il Parco Suardi). Per questo motivo il calendario 2009 del Comune è dedicato ai parchi cittadini, in una sequenza di fotografie di Pietro Sparaco impaginate da Laura Zaina. Il calendario è stampato in 20.000 copie, distribuite in tutti gli uffici e servizi comunali oltre che agli Istituti comprensivi. Chiunque può ritirarne una copia all’Ufficio relazioni con il pubblico, collocato al piano terra di Palazzo Frizzoni, aperto dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 17. Dal calendario si può avere una panoramica del verde cittadino. Dal parco Marenzi al Caprotti, dal Suardi al Frizzoni, senza dimenticare il parco Turani, quello di via Lochis, il parco Cittadini, il Baden Powell, quello in via alla Trucca e il parco tra via Broseta e via Diaz, recentemente dedicato al fondatore del Rotary, Paul Harris. Nel mese di dicembe non poteva poi mancare uno degli ultimi giardini realizzati nel 2008, il parco tra le vie Leopardi e Monti «Il Piano di Governo del Territorio nel disegnare la Bergamo dei prossimi anni– scrivono il sindaco Roberto Bruni e l’assessore al verde Fausto Amorino nella presentazione - prevede tre nuove aree di grande valore ambientale e paesaggistico, dei grandi parchi urbani estesi per circa 750.000 mq, situati in punti strategici del territorio, collocati in prossimità di ambiti che saranno oggetto di progetti di trasformazione. Tutte queste aree saranno collegate attraverso un sistema di piste ciclopedonali lunghe 27 km che uniranno il centro della città ai quartieri periferici e, verso nord al Parco dei Colli e verso sud, al Parco Agricolo Ecologico Locale di Interesse Sovracomunale per entrare in rete e in connessione con gli altri Parchi della Grande Bergamo. La “cintura verde” oltre ad mantenere e arricchire l’ambiente naturale e la biodiversità, favorirà una diversa qualità della vita in città: sarà il luogo ideale per il gioco, lo sport e il tempo libero, lo spazio dedicato all’incontro, agli eventi, alla socializzazione.Ma anche gli interventi di trasformazione della città, di recupero di aree grandi e piccole, non si sottrarranno all’obbligo di prevedere aree verdi per lo svago, il riposo, il respiro della città dei suoi quartieri e dei suoi abitanti». SCARICA IL PDF DEL CALENDARIO(18/12/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata