Weekend con pioggia in arrivo Ma il Pirellone: «Rischio neve»

Weekend con pioggia in arrivo
Ma il Pirellone: «Rischio neve»

«Sabato ancora piogge al Nord e tirreniche con nevicate sulle Alpi, domenica il maltempo si concentra al Sud e Abruzzo, migliora altrove».

«È arrivata la perturbazione atlantica al Nord, dove sono attese piogge e nevicate sulle Alpi fino a sabato». Lo annuncia il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega: «Le precipitazioni risulteranno più abbondanti a ridosso dei rilievi, pedemontane, Friuli Venezia Giulia e Liguria, dove localmente si potranno superare i 50-60 millimetri. Nevicate a tratti copiose interesseranno le Alpi mediamente oltre 1000-1400 metri, anche a quote inferiori sul comparto alpino occidentale, mentre sulle Prealpi la quota neve sarà più elevata almeno fino a sabato mattina».

«Poi l’arrivo di aria più fredda favorirà un abbassamento del limite delle nevicate anche fin verso i 500-700 metri, contestualmente alla possibilità di qualche rovescio o temporale sulla Valpadana. Tempo in peggioramento anche sulle centrali tirreniche con qualche pioggia o rovescio anche qui localmente a sfondo temporalesco; altrove discreto ma con tendenza all’arrivo di qualche pioggia a fine giornata al Sud».

«Domenica il maltempo si concentrerà al Sud, altrove il tempo sarà in miglioramento salvo residue nevicate sulle Alpi orientali fin verso gli 800 metri. Le temperature saranno in calo soprattutto al Centronord».

«La prossima settimana si preannuncia spesso instabile e più fredda» conclude Ferrara«un canale di bassa pressione si spingerà infatti dalle Isole Britanniche all’Italia passando per la Francia. Avremo dunque molte nubi con precipitazioni frequenti specie al Centrosud, a tratti anche al Nord; proprio sulle regioni settentrionali la neve potrà cadere a tratti a quote collinari. La situazione resta comunque estremamente delicata e ancora incerta nella sua evoluzione; non sono infatti da escludersi soprese bianche anche in pianura. Tuttavia c’è da precisare che le temperature si porteranno su valori assolutamente normali per il periodo quantomeno al Centronord: non sono previste ad ora ondate di gelo».

Decisamente più drastico il Pirellone che parla di rischio per «criticità moderata rischio per neve su tutti i settori alpini e prealpini a decorrere dalle ore 18 di oggi fino a revoca». Lo scrive una nota della Sala operativa della Protezione civile di Regione Lombardia.«Le situazioni di criticità per rischio neve potrebbero essere legate soprattutto a difficoltà, rallentamenti e blocchi del traffico stradale, oltre a possibili interruzioni della fornitura di energia elettrica e/o delle linee telefoniche»

«Si suggerisce pertanto ai Presidi territoriali la necessità di predisporre un’attenta sorveglianza del traffico da parte della polizia stradale e di tutte le altre forze operanti sul territorio. Analoga sensibilizzazione nei confronti degli Enti gestori delle Strade (Anas Province, Comuni) perché dispongano nei punti più opportuni tutti i mezzi spazzaneve e spargisale e provvedano ad informare gli utenti della possibilità della formazione di ghiaccio sul manto stradale. Si consiglia a tutti i Comuni che si fossero dotati di un Piano Emergenza Neve - conclude la nota - di attuare tutte le indicazioni previste in fase di pianificazione e di divulgare tutte le informazioni necessarie alla popolazione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA