You’re italian? Or sicilian, napoletan... Arrivano le scuse degli inglesi

You’re italian? Or sicilian, napoletan...
Arrivano le scuse degli inglesi

Scoppia la polemica dopo le «strane» categorizzazioni sui modelli d’iscrizione on line delle scuole inglesi.

Via i «marchI» regionali per gli italiani nelle scuole britanniche. L’ambasciata d’Italia nel Regno Unito chiede la modifica immediata di «categorizzazioni» comparse sui moduli per l’iscrizione scolastica in alcune circoscrizioni d’Inghilterra e Galles: con la scelta nelle indicazione sulle origini fra «italiano», «italiano-napoletano» o «italiano-siciliano». In una nota l’ambasciata «ricorda che l’Italia è dal 17 marzo 1861 un Paese unificato». Il caso è scoppiato nei giorni scorsi, quando il contenuto dei moduli è rimbalzato in Italia, scatenando le proteste.

E nella mattinata di mercoledì 12 ottobre arriva il passo indietro. Il Foreign Office si scusa per i moduli scolastici britannici che distinguono l’origine etnico-linguistica di napoletani e siciliani da quella degli altri italiani. Lo riferisce l’ambasciatore d’Italia a Londra, Pasquale Terracciano, precisando di aver ricevuto «una telefonata» che preannuncia una messaggio formale di scuse scritte dopo la sua nota di protesta di martedì. Londra fa sapere che i moduli «incriminati» saranno corretti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA