Giovedì 10 Luglio 2008

Zig-zag in moto tra la gente per scappare alla Polizia

Inseguito dalla polizia, non ha esitato ad entrare con lo scooter nel parco del nuovo ospedale, zigzagando tra le persone che stavano trascorrendo la serata all’aperto. Fortunatamente lo sconosciuto che l’altra notte si è reso protagonista del primo fatto di criminalità nell’area verde inaugurata da pochi giorni non ha investito nessuno: dopo la gimcana nel parco ha infatti abbandonato lo scooter e si è sbarazzato di una dose di cocaina, fuggendo a piedi attraverso il cantiere del nuovo ospedale.Tutto è cominciato verso le 23,55 in via per Curnasco, dove una volante della Questura ha notato lo scooter – un Mbk – sfrecciare a forte velocità e ha deciso di fermarlo per un controllo: lo sconosciuto a bordo del motorino, però, quando ha visto la pattuglia con i lampeggianti che gli intimava l’alt ha accelerato ed è scappato verso via Martin Luther King. A quel punto la volante si è lanciata all’inseguimento: il motociclista, tallonato dalla pattuglia, ha svoltato bruscamente a sinistra e ha imboccato via alla Trucca, entrando nel parco nella speranza di far perdere le proprie tracce. Dopo aver zigzagato tra le persone che in quel momento stavano trascorrendo la serata nel parco, ha abbandonato la moto vicino al cantiere ed è scappato a piedi, gettando via un involucro di plastica che – si è scoperto poi – conteneva poco meno di un grammo di cocaina. Gli agenti della volante, che non hanno mai perso di vista il fuggitivo, hanno cercato di raggiungerlo, ma purtroppo non sono riusciti ad acciuffarlo: lo scooter e la droga sono stati invece recuperati e sequestrati. Il motorino è risultato intestato ad un marocchino di 34 anni residente in città, ma quando la polizia è andata a casa sua per verificare se fosse lui il protagonista dell’inseguimento ha scoperto che l’abitazione era disabitata da tempo.(10/07/2008)

a.ceresoli

© riproduzione riservata