Zingonia, nuova moschea a rischio La legge lombarda potrebbe bloccarla

Zingonia, nuova moschea a rischio
La legge lombarda potrebbe bloccarla

Il tanto discusso progetto che prevede la costruzione di una nuova moschea a Zingonia rischia di saltare.

Il motivo è la «legge anti moschee» recentemente varata dal Consiglio regionale che, dal punto di vista urbanistico, disciplina in maniera molto restrittiva l’insediamento sul territorio di nuove strutture religiose.

In realtà in questa categoria non è ancora stato chiarito se rientrano anche le sedi delle associazioni culturali islamiche che, pur essendo notoriamente luoghi di preghiera per i musulmani, fino a ora non sono mai stati formalmente qualificati come luoghi di culto. È dunque a rischio il progetto della nuova moschea di Zingonia di cui è promotrice l’associazione culturale islamica « Ar-rahma».

La sua attuale sede si trova in corso Europa 28 in alcuni locali commerciali che fanno parte del complesso dei condomini Athena destinati alla demolizione nell’ambito del progetto di riqualificazione di Zingonia. Da qui la sua necessità di trasferirsi. L’associazione ha già acquistato dei capannoni in corso Europa 53 di cui è prevista la demolizione. Al loro posto gli amministratori dell’Ar-rahma hanno intenzione di realizzare un nuovo edificio di tre piani il cui progetto si può già vedere affisso sulle porte dei capannoni da demolire.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola domenica 1° febbraio 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA