Mercoledì 02 Marzo 2005

Zogno, finisce nel canale col camion ribaltato Se la cava con un bagno e un grande spavento

Poteva finire in tragedia la brutta avventura del conducente di un grosso autocarro finito questa mattina nel canale di scarico della Centrale idroelettrica ENEL di Zogno. Invece, grazie all’intervento tempestivo di un compagno di lavoro, presente sul posto, è scattato subito l’allarme al 118 che ha fatto intervenire autolettiga ed Eliambulanza, mentre dalla Caserma del Distaccamento di valle, poco distante dal luogo del sinistro, sono arrivati in pochissimi minuti i Vigili del fuoco, che hanno salvato l’uomo imprigionato nella cabina del camion, già semisommersa.I Vigili del fuoco hanno dovuto tagliare i sedili con una grossa cesoia e l’autista del camion, un quarantenne di Zogno e dipendente da una impresa che sta eseguendo lavori in loco per conto dell’ENEl, se l’è cavata con un bagno gelato e un grande spavento.

Lo spettacolare incidente si è verificato verso le 10,30 lungo le rive del canale fiancheggiante la ex strada statale e il vecchio tracciato della Ferrovia,proprio sotto la Galleria delle Grotte delle Meraviglie a Zogno. Un canale che porta nel Brembo le acque di scarico della vicina centrale di produzione dell’energia elettrica e che è interessato da alcuni lavori di manutenzione per i quali si è reso necessario deviare il corso d’acqua con la realizzazione di una diga provvisoria, già a buon punto di costruzione. L’autocarro - un grosso mezzo di movimentazione terra - in retromarcia sul tratto di sbarramento già costruito è affondato con le ruote nella terra, inclinandosi su un lato e adagiandosi, con le ruote all’aria, nel canale, restando semisommerso. Dopo i soccorsi il camionista, che non ha mai perso conoscenza è stato ricoverato all’Ospedale di Ponte San Pietro per accertamenti.

(02/03/2005)

acampoleoni

© riproduzione riservata

Tags