Zogno, la variante sarà completata Galleria pronta entro giugno 2017

Zogno, la variante sarà completata
Galleria pronta entro giugno 2017

Trenta giugno 2017: ora, per la fine dei lavori della variante in galleria di Zogno, c’è anche una data precisa.

È quella fornita sabato mattina 7 febbraio dalla Provincia durante l’incontro, nella sala consiliare di Lenna, con gli amministratori e gli imprenditori della Valle Brembana per fare il punto della situazione sull’iter della nuova strada che dovrà bypassare il capoluogo brembano. Ferma da ottobre per mancanza di fondi (servono ancora circa 24 milioni di euro), sia da Via Tasso sia dalla Regione è arrivata ancora la rassicurazione che i lavori riprenderanno entro fine maggio-inizio giugno.

Che l’apertura della variante non fosse più a inizio 2015, come più volte annunciato, ormai lo si era capito da tempo. L’uscita dal tunnel ora è spostata in là, a essere ottimisti, di almeno due anni e mezzo, con sette mesi consecutivi (novembre 2014-giugno 2015) di stop dei lavori. «Le foto sul giornale del cantiere deserto perché le imprese avevano portato via tutto - ha detto l’assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità Alessandro Sorte - ci hanno fatto male. Hanno fatto male a Milano. Ma sono servite da stimolo per ripartire. La variante di Zogno, ci siamo detti, non poteva diventare l’incompiuta Salerno-Reggio Calabria in salsa verde del Nord: sarebbe stato inaccettabile. Il problema andava risolto».

Il cantiere della variante abbandonato

Il cantiere della variante abbandonato

«La Regione - ha continuato Sorte - metterà sul piatto 16 milioni di euro, lo ha già deciso, ovvero il 60% di tutte le proprie risorse che avrà a disposizione nei prossimi tre anni. Questo per dare l’idea dello sforzo che si è riusciti a fare per chiudere quest’opera. Tutti, dalla Lega al Pd, hanno capito che andava risolta, la variante di Zogno non poteva avere alcun colore politico».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola domenica 8 febbraio 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA