Venerdì 17 Marzo 2006

Zogno, tutto il paese ha dato l’ultimo salutoal vigile del fuoco morto spegnendo un incendio

Grande commozione e tantissima gente per il funerale di Enio Salvi, il vigile del fuoco di 44 anni di Zogno precipitato l’altra notte da circa nove metri mentre stava spegnendo le fiamme che avevano avvolto il tetto di una casa di Sedrina. Tutto il paese ha dato l’ultimo saluto ad un uomo che nella Messa, presieduta dal vescovo ausiliare monsignor Lino Belotti, è stato ricordato ancora una volta per la grande passione e l’impegno al servizio della comunità, nel corpo dei Vigili del Fuoco.Insieme alla gente del paese, ai funerali c’erano le autorità, bergamasche e non solo - presente anche il sottosegretario al Ministero dell’Interno con delega per i Vigili del Fuoco, Maurizio Balocchi, il Capo dipartimento nazionale VV.FF Mario Morcone e il Comandante del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, ingegner Giorgio Mazzini -, gli amici e i colleghi di Enio Salvi. La salma del vigile del fuoco ha attraversato il paese trasportata da un’autoscala dei pompieri e il suono di una sirena ha portato l’ultimo saluto, alla fine della Messa, celebrata alle 15 nella parrocchiale di Zogno.Dopo le esequie, il corpo di Enio Salvi è stato tumulato a Stabello, dove l’uomo viveva con moglie e figlia di 14 anni.(17/03/2006)

a.campoleoni

© riproduzione riservata

Tags