A Expo premiati 300 alunni di Bergamo

A Expo premiati 300 alunni di Bergamo

Si è conclusa nel segno dell’Expo anche l’edizione 2014-2015 di “Mangio Locale, penso universale”, il progetto per le scuole primarie promosso dal Comune di Bergamo, Coldiretti e Sercar Ristorazione Collettiva per sensibilizzare gli alunni e le loro famiglie sull’importanza di una sana educazione alimentare e per favorire la conoscenza della ricchezza delle tradizioni alimentari del territorio e l’importanza dell’attività agricola.

Gli elaborati in concorso infatti hanno avuto come filo conduttore proprio il tema del cibo e dell’agricoltura sostenibile, con diversi richiami all’esposizione universale che si sta svolgendo a Milano.

Alla premiazione che si è tenuta questa mattina nella Sala Consiliare del Comune di Bergamo erano presenti oltre 300 alunni, in rappresentanza delle 9 scuole cittadine che hanno partecipato al concorso, tutti molto curiosi di conoscere la classifica degli elaborati stilata dalla giuria di esperti.

L’emozione e l’entusiasmo generale hanno accompagnato tutti i momenti dell’evento e si sono fatti sentire anche durante l’intervento dei rappresentanti dei soggetti che promuovono “Mangio Locale, penso universale”: l’assessore all’Istruzione, Formazione, Università e Sport Loredana Poli per il Comune di Bergamo, il presidente Alberto Brivio per Coldiretti e Marco Carrara per Sercar Ristorazione Collettiva.

Questo l’esito delle valutazioni. Gli ingressi ad Expo 2015 sono stati assegnati alle classi seconde della scuola primaria Diaz, alle classi seconde della scuola primaria Rosciate e alle classi seconde della scuola primaria Rosmini. Si sono aggiudicate la possibilità di raccogliere la frutta direttamente dall’albero presso l’azienda Agricola S. Anna di Locatelli Matteo a Valbrembo le classi quarte della scuola primaria Valli e le classi prime della scuola primaria Cavezzali. Le altre classi sono state premiate con cesti di prodotti del territorio per una merenda sana. Tutti gli alunni hanno ricevuto un attestato di partecipazione e gustose gelatine di miele. Sono stati inoltre distribuiti i Dvd con il filmato dei momenti più salienti del lavoro svolto dalle varie classi nell’ambito del progetto.

Con gli elaborati prodotti dalle scuole durante il percorso formativo è stata allestita, sotto i portici all’ingresso di Palazzo Frizzoni, una mostra aperta al pubblico fino al prossimo 5 giugno. Un’esposizione molto colorata e interessante che racconta in modo molto creativo i vari aspetti delle produzioni agricole del territorio, dalla stagionalità alla tipicità, dalla tecniche di produzione alle caratteristiche organolettiche.

Anche durante l’anno scolastico che si sta concludendo, nell’ambito del progetto “Mangio locale, penso universale”, sono stati serviti in tutte le scuole di Bergamo, una volta al mese, 5.000 pasti con menù a chilometro zero.

E’ stata riproposta anche l’esperienza di due orti didattici, per far vivere in prima persona ai bambini la fase produttiva e i ritmi della natura.

Tutto il prezioso lavoro svolto durante l’anno scolastico sul tema dell’alimentazione - fotografie, video e filmati, ma anche schede didattiche e giochi a tema - sono disponibili sul sito www.mangiolocalepensounivesrale.it e sul rispettivo canale youtube.


© RIPRODUZIONE RISERVATA