Comuni chiamati a presentare progetti per incentivare l’uso di bici e treni
Passeggiate in bicicletta lungo le vie di Bergamo

Comuni chiamati a presentare progetti
per incentivare l’uso di bici e treni

na settimana interamente dedicata alla mobilità. Da martedì infatti, e fino a martedì prossimo, 22 settembre, progetti, idee, soluzioni al traffico, smart city e centri urbani saranno al centro di riflessioni e proposte per tentare di dare un’alternativa all’uso dell’auto privata. La mobilità sostenibile si impone, ormai, quasi come un imperativo categorico

Una settimana interamente dedicata alla mobilità. Da martedì infatti, e fino a martedì prossimo, 22 settembre, progetti, idee, soluzioni al traffico, smart city e centri urbani saranno al centro di riflessioni e proposte per tentare di dare un’alternativa all’uso dell’auto privata. La mobilità sostenibile si impone, ormai, quasi come un imperativo categorico. Che significa un uso nuovo e più diffuso dei mezzi ecologici per andare al lavoro, per spostarsi in città, per le proprie commissioni in centro. Ma anche per andare in ufficio fuori dal proprio comune, magari combinando più d’uno dei mezzi alternativi all’auto privata, come treno e bici.

L’iniziativa della settimana dedicata alla mobilità sostenibile è voluta dell’Europa, lo slogan è «Do The Right Mix» ma è operativa tutto l’anno. Punta molto ad alzare la sensibilità di amministrazioni pubbliche, di autorità locali, ma anche di Ong, gruppi di cittadini, istituzioni pubbliche e private, operatori dei trasporti e aziende, a presentare e sviluppare progetti che vadano nella direzione dello spitiro che ispira il tema di questa settimana. Ed è per questo che è stata declinata come una sorta di concorso – con la possibilità di registrare e mettere in mostra le iniziative, iscrivendosi alla Settimana della mobilità – partecipando al quale sono previsti premi ufficiali.

Traffico in tilt nel centro città

Traffico in tilt nel centro città

Favorire la combinazione di più mezzi

Finora, ad iscriversi con propri progetti sono stato 89 Comuni, con le maggiori città in prima fila. La spinta base di queste iniziative in concorso resta quella di incoraggiare ogni cittadino a rivedere la gamma di possibilità di trasporto che ha a disposizione e scegliere quelle meno impattanti sull’ambiente (minor emissioni di elementi inquinanti e riduzione della CO2), e soluzioni meno costose per la comunità, anche sotto il profilo sociale, cercando di favorire i differenti mezzi di trasporto disponibili.

Oltre ad aiutare la salute, questi spostamenti diventano modello efficace di trasporto sostenibile, dato che il primo impatto è sulla decongestione delle strade da l trafico urbano e non.

L’iniziativa è sostenuta dalla Direzioni generali «Mobilità e Trasporti» e «Ambiente» della Commissione europea e gestita da un consorzio formato da tre network di città europee (Eurocities, Iclei, Polis), dall’agenzia di comunicazione «Icf-Mostra» e dall’organizzazione internazionale «Centro Regionale per l’Ambiente».

Un altro approccio è possibile per visitare il centro

Un altro approccio è possibile per visitare il centro

La vetrina della sostenibilità

L’adesione alla Settimana rappresenta anche un’importante vetrina per gli enti locali, potendo gli stessi concorrere al premio ufficiale della Settimana Europea della Mobilità. Verrà assegnato durante una cerimonia alla presenza dei rappresentanti Ue come riconoscimento degli sforzi compiuti dalle amministrazioni locali verso lo sviluppo di una mobilità sostenibile; cioè alla città che si ritiene abbia fatto di più per aumentare la consapevolezza dell’importanza di forme di mobilità sostenibile presso tutta la cittadinanza.

I criteri della giuria saranno la misura di promozione della Settimana, la completezza del piano d’azione in termini di eventi, attività individuali e di coinvolgimento dei cittadini; l’impatto ambientale e sociale della misura permanente implementata - sostenuta da prove (ad esempio, il numero di utenti di una nuova pista ciclabile, la stima delle emissioni evitate, il numero di viaggi in macchina privata evitati); la qualità e la portata delle partnership con gli stakeholder locali.

I criteri del concorso

Alla città vincitrice è dedicato un video di tre minuti, sia in inglese che nella lingua di appartenenza, in cui si evidenziano i risultati raggiunti in termini di mobilità sostenibile.

Le città vincitrici delle ultime edizioni del premio sono Östersund (2014), Lubiana (2013), Zagabria (2012), Bologna (2011).

Per concorrere è necessario compilare il modulo di domanda in inglese (non più di 20 pagine), fornendo dettagli sulle attività realizzate durante la Settimana e sulle misure permanenti messe in atto nel corso dell’anno.

La candidatura, inoltre, va completata con una copia digitale della Carta d’intenti sottoscritta dal sindaco o da un suo delegato e da una mappa della zona che è stata chiusa al traffico motorizzato durante il Car-Free Day.

La documentazione di cui sopra va inviata al coordinamento a livello europeo entro il 1° novembre. Materiali di supporto, come i materiali di comunicazione, rassegna stampa e dvd con video e immagini, devono essere inviati entro il 15 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA