Martedì 30 Marzo 2010

Fruttivendoli: «Momento difficile
collaboriamo con gli agricoltori»

Circa 200 i fruttivendoli presenti alla tradizionale Festa di primavera promossa dal gruppo dei Fruttivendoli dell'Ascom e giunta alla sua quattordicesima edizione. All'appuntamento, svoltosi al Relais «La Cantalupa da Vittorio» di Brusaporto, hanno partecipato Dino Abbascià, presidente nazionale di Fida (Federazione italiana dettaglianti alimentari) Confcommercio, Donatella Prampolini, vicepresidente di Fida-Confcommercio, Enrica Foppa Pedretti, assessore alle attività produttive del Comune di Bergamo, Paolo Malvestiti, nella duplice veste di presidente di Camera di Commercio e Ascom, Oscar Fusini, vicedirettore di Ascom, Sergio Arnoldi e Mattia Rossi, rispettivamente presidente e amministratore di Bergamo Mercati.

La Festa di Primavera, oltre a essere un appuntamento conviviale per tutti i rappresentanti e gli operatori del settore, ha rappresentato, come sempre, un'importante occasione di confronto e approfondimento sulle tematiche e le problematiche che interessano e affliggono la categoria, a partire dalla crisi del settore che conta nella nostra provincia 259 dettaglianti e 103 grossisti (in città 38 dettaglianti e 20 grossisti).

«Il nostro settore sta vivendo un momento difficile - ha sottolineato Livio Bresciani, presidente del Gruppo ortofrutta di Bergamo e presidente nazionale della sezione dettaglio ortofrutta di Fida -. Gli ultimi mesi in particolare sono stati pesanti. Ma grazie alla flessibilità delle nostre piccole aziende e alla volontà di difendere i nostri negozi, non senza sforzi, intendiamo rimanere sul mercato da protagonisti e non da comparse. Siamo infatti consapevoli del momento difficile, ma anche della nostra capacità di offrire un servizio importante ai nostri clienti e di essere un collegamento fondamentale tra il mondo della produzione e i consumatori».

Tra gli argomenti trattati la proposta fatta al Ministero dell'Ambiente di prevedere una normativa ad hoc per lo smaltimento degli imballaggi (cartone e cassette) per i fruttivendoli; la provocazione lanciata alla dirigenza del mercato ortofrutticolo e che riguarda la richiesta di un kit salvapioggia per affrontare i disagi del mercato ortofrutticolo; e la proposta di collaborazione con le associazioni degli agricoltori per una maggior valorizzazione dei prodotti locali.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata