Mercoledì 29 Febbraio 2012

Oscar all'imballaggio invisibile
Vince il gruppo Bracca-Pineta

È il Gruppo Bracca l'utilizzatore dell'imballaggio «LitePac», prodotto dalla tecnologia dell'azienda tedesca Krones, a cui oggi alla fiera Rho di Milano è stato assegnato l'Oscar per il miglior imballaggio 2012 – sezione movimentazione e B2B indetto dall'Istituto Italiano Imballaggio.

Frutto di un macchinario unico e rivoluzionario, posseduto nel mondo solo dalla società bergamasca leader nella produzione di acqua minerale, l'imballo invisibile è stato lanciato lo scorso anno per le confezioni da 6 bottiglie da 1 litro e mezzo di Acqua Pineta, una delle due aziende che insieme a Bracca Acque Minerali costituiscono il Gruppo Bracca.

Un investimento da 700 mila euro, che ha permesso all'Acqua Pineta di diventare il primo marchio al mondo ad utilizzare una confezione invisibile, costituita da due fili dal peso di tre grammi ciascuno, uno orizzontale per tenere unite le bottiglie e uno verticale per il trasporto, che sostituiscono il tradizionale imballo in pellicola di plastica termoretraibile. Un'idea comoda, efficace ed ecologica, con moltissimi vantaggi sia per l'ambiente, sia per il consumatore.

Con l'imballo invisibile, infatti, il consumo di energia necessaria per il confezionamento si riduce del 12,4% e la quantità di plastica da smaltire diminuisce del 14,8%. Inoltre il fardello invisibile assicura un'apertura facilitata, senza dover ricorrere alle forbici, più resistenza nel trasporto e una riduzione degli ingombri dei rifiuti dopo l'uso, con una diminuzione del peso dell'imballo totale pari al 14%, valore che sale al 90% se si considera esclusivamente l'involucro esterno.

«Siamo l'unica azienda al mondo ad avere a disposizione il macchinario della Krones, che consente l'imballaggio di 24 mila bottiglie all'ora, valore facilmente incrementabile in caso di necessità – ha spiegato Luca Bordogna, Amministratore Delegato del Gruppo Bracca -. Con l'azienda tedesca, già leader nel settore delle macchine di imbottigliamento e confezionamento, abbiamo sviluppato una solida partnership che ci ha permesso di portare sul mercato una soluzione in grado di sostituire efficacemente l'imballo tradizionale, riducendo drasticamente l'impatto ambientale dei cluster, sia in termini di energia necessaria all'imballaggio, sia in termini di rifiuti da smaltire. Grazie al loro supporto siamo riusciti a dare nuova spinta a una politica aziendale già da tempo improntata al rispetto dell'ambiente e alla sostenibilità del mercato italiano, dove l'acqua minerale confezionata in bottiglie di plastica arriva nella quasi totalità delle case».

 Il progetto è partito a luglio dell'anno scorso e ad oggi il prodotto è già referenziato nei supermercati Unes, negli Ipercoop e nei Super Coop della Lombardia, riscuotendo successi importanti, con un incremento delle vendite pari a circa il 30%. I risultati sono talmente positivi che il gruppo Bracca in estate lancerà la confezione invisibile anche per le confezioni da 6 bottiglie da mezzo litro.

e.roncalli

© riproduzione riservata