Venerdì 05 Luglio 2013

Valetudo sbarca in Giappone
E sfida i leaders della cosmesi

È pronta a sfidare il Giappone sul suo stesso terreno, la Valetudo di Presezzo. L'azienda di cosmesi e farmaceutica, fondata 31 anni fa da Vittorino Bortolin, è pronta a sbarcare nel Paese del Sol levante, leader mondiale nel campo dei prodotti per la cura del corpo. Ma sulla rampa di lancio ci sono anche Turchia e Egitto.

Due i punti di forza di Valetudo, secondo Bortolin (amministratore delegato dell'azienda di famiglia che vede alla presidenza la moglie Luigina Da Deppo e i figli Alberto, capo del settore acquisti, e Antonella, responsabile dello spaccio aziendale): la caratura tecnica con la ricerca scientifica, e una forte sintonia con le tendenze dei consumatori.

«Da sempre puntiamo a prodotti di qualità - spiega Bortolin, chimico con una passione per l'ambiente -, realizzati con criteri di ecosostenibilità, senza fronzoli». Che si traduce in assenza di pubblicità e confezioni sobrie per contenere i costi.

«E la gente lo apprezza in un periodo difficile, sa che quello che conta è il contenuto. Lo verifichiamo nel nostro spaccio aziendale dove la vendita della nostra specifica linea non conosce crisi». E così in un mercato, quello cosmetico, fino allo scorso anno al riparo dello tsunami finanziario, ma che nei primi mesi 2013 ha segnato a livello internazionale un calo del 4%. Valetudo viaggia in controtendenza con un più 4% di fatturato 2012 e un più 6% nel primo semestre 2013, che gli consentirà di chiudere l'anno sui 13 milioni di euro.

Tre le linee base dell'impresa bergamasca (che deve il 20% del fatturato anche alla produzione per conto terzi, con 15 marchi), da Biogena, linea dermatologica per il trattamento della pelle, cuoio capelluto e capelli con detergenti, creme riequilibranti, protettivi solari, a Osmin, linea per il trattamento della pelle di mamma e neonato.

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags