Mercoledì 21 Gennaio 2009

Moda e chimica, più che
raddoppiate le aziende in crisi

Nei comparti del sistema moda e della chimica le imprese complessivamente interessate da vari tipi di crisi nel 2008 sono più che raddoppiate rispetto al 2007. Lo dice un’indagine di Femca Cisl della Lombardia, che ha analizzato i dati delle oltre 3.400 aziende sindacalizzate: si è registrato un evidente incremento delle difficoltà produttive e occupazionali.

Nel 2008 le imprese lombarde interessate all’utilizzo degli ammortizzatori sociali (cassa integrazione guadagni ordinaria, straordinaria, mobilità) sono state complessivamente 740 con un +124% rispetto alle 330 del 2007 (249 area tessile, 81 area chimica): nel 2008 sono state 504 nell’area tessile (+103%) e 236 dell’area chimica (+192%) .

È inoltre notevolmente cresciuto nel 2008 il numero dei lavoratori della nostra regione interessati da processi di crisi 59.421 con +113% (31.376 area tessile, 28.245 area chimica), rispetto ai 27.825 (17.859 area tessile, 9.966 area chimica) del 2007.

Il numero dei lavoratori e delle lavoratrici direttamente coinvolti nel 2008 nell’utilizzo degli ammortizzatori sociali nelle varie tipologie di crisi è più che raddoppiato: 28.977 addetti + 141% (18.853 area tessile, 10.124 area chimica), rispetto ai 12.013 (8.790 area tessile +114%, 3.223 area chimica +214%) del 2007.

Guarda la tabella della Cisl

Tutti i dettagli su L’Eco di Bergamo del 22 gennaio

(21/01/2009)

© riproduzione riservata

Tags