Venerdì 23 Gennaio 2009

Anche la «Siac»
verso la cassa integrazione.

Un incontro molto approfondito, quello svoltosi nella giornata di giovedì 22 gennaio tra la direzione della Siac (cabine per macchine per movimento terra) e i sindacati nella sede di Confindustria Bergamo: le parti hanno affrontato il tema dei possibili futuri esuberi annunciati nei giorni scorsi dall’azienda, cercando soluzioni il meno dolorose possibili, attraverso un percorso condiviso.

Da entrambe le parti è stata evidenziata la volontà di raggiungere un possibile accordo senza strappi, anche se persistono i problemi legati al calo degli ordini dell’azienda. Questo ha determinato la necessità di un breve periodo di cassa integrazione straordinaria per 400 persone che - secondo una porposta avanzata nell'incontro - potrebbe durare due anni, ma che dopo i primi sei mesi, se cambieranno le condizioni del mercato e arrivassero nuovi ordini, potrebbe far rientrare in fabbrica parte del personale.
Nei prossimi mesi però in azienda ci sarà lavoro solo per 170 addetti e su questo punto, per trovare una soluzione immediata, è cominciata la vertenza in Confindustria, che proseguirà già lunedì prossimo 26 gennaio.

f.fustinoni

© riproduzione riservata

Tags