Martedì 17 Febbraio 2009

Misure anticrisi: dalla Regione
51 milioni per le piccole imprese

La Giunta regionale lombarda, su proposta del presidente, Roberto Formigoni, e di concerto con gli assessori all'Industria, Pmi e Cooperazione, Romano La Russa, all'Artigianato e Servizi, Domenico Zambetti, e all'Agricoltura, Luca Daniel Ferrazzi, ha approvato l'adesione al progetto «Confiducia».

Regione Lombardia e Sistema Camerale lombardo stanziano 51 milioni di euro (21 della Regione) per facilitare l'accesso al credito delle Pmi lombarde, su cui si sta ripercuotendo negativamente la crisi che ha colpito anche le banche. Nell'operazione vengono coinvolti i Confidi di primo grado, espressione delle realtà associative industriali, artigianali, agricole e della cooperazione che co-garantiscono, assieme alla parte pubblica, i crediti dell'impresa.

La gestione del pacchetto è affidata a Federfidi, società partecipata da Regione Lombardia e Sistema Camerale, che comprende e associa oltre 40 Confidi di primo grado. Il provvedimento rientra nel più ampio pacchetto di misure anticrisi (già approvato da tutto il «Patto per lo Sviluppo») attraverso il quale il Governo regionale garantisce alle imprese crediti per 3 miliardi di euro, cui ne affianca un altro come finanziamento diretto per l'innovazione, l'internazionalizzazione e i servizi al commercio.

«Per favorire la ripresa del nostro sistema produttivo - spiega il presidente Formigoni - era necessario deliberare uno stanziamento significativo. E noi lo abbiamo coinvolgendo tutti gli attori interessati, consapevoli che l'assunzione di questa responsabilità è indispensabile per uscire dalle difficoltà». «Con grande rapidità - conclude Formigoni - abbiamo approvato misure nuove e interventi non comuni, perché vincerà questa sfida impegnativa chi saprà innovare prima e con maggiore intelligenza».

a.ceresoli

© riproduzione riservata