Domenica 15 Marzo 2009

Ottomila visitatori
al Salone degli immobili

Se si contano le persone che nel fine settimana hanno visitato alla Fiera di via Lunga a Bergamo Expo Real Estate & Tourism, il primo Salone degli immobili residenziali e turistici, non si direbbe che il periodo di recessione stia colpendo particolarmente i bergamaschi, ma non solo loro. I quali hanno dimostrato un grande interesse per i progetti che i 70 espositori hanno presentato in questa prima edizione del salone: dagli immobili nelle zone più prestigiose di Bergamo e provincia a modernissimi capannoni industriali e poli tecnologici di alto livello, fino a ville da sogno nelle più rinomate località turistiche d’Italia e del mondo. Come Costa Smeralda, Costa Azzurra, Courmayeur, Dubai, Miami, Kenya , Egitto. I visitatori sono stati ottomila, provenienti da tutta Italia, un numero che è la spia di un reale interesse verso il settore.
 
«Forse, il diavolo, in questo caso, non è così brutto come lo si dipinge - commenta il direttore tecnico di Ente Fiera Promoberg Stefano Cristini -. In questi ultimi mesi, parlando con gli operatori della situazione attuale e degli scenari ipotizzabili, era avvertibile una certa, comprensibile preoccupazione. Ma se oltre 70 aziende, di altissimo livello, hanno deciso di presenziare a questo appuntamento fieristico, in aggiunta all’ottimo pubblico che ha visitato la manifestazione nei tre giorni, significa che ci sono sia la voglia che gli strumenti per ricominciare a lavorare. L’immobiliare coinvolge trasversalmente tutte le economie e il suo giro d’affari a livello mondiale è pari a 15 miliardi di miliardi di euro. Nonostante la crisi, non si può rinunciare alla progettazione delle nostre città e alla riqualificazione dei centri urbani, così come non ci si può esimere dall’individuare, nelle nuove strutture commerciali, di entertainment e turistiche una chiave di rilancio del mercato».

a.benigni

© riproduzione riservata