Martedì 24 Marzo 2009

Tessile, in un convegno
nuove politiche e misure anticrisi

Le nuove politiche e gli investimenti per il tessile stanziati dall’Unione europea, i fondi statali per la ricerca industriale così come i futuri finanziamenti e le attuali misure anticrisi per le imprese della Regione Lombardia e di Unioncamere saranno al centro del convegno dal titolo «Oltre la crisi. Nuove opportunità per il tessile bergamasco» che, organizzato dalla Regione Lombardia con la Camera di Commercio di Bergamo, si terrà a Bergamo mercoledì 25 marzo, dalle 14 alle 18.30, nella Sala Mosaico dell’ex Borsa Merci.

Il convegno, il cui ingresso è gratuito, è indirizzato non solo agli imprenditori ma anche a tutti i professionisti il cui interesse ruota intorno al mondo del tessile e si propone di approfondire in modo chiaro e concreto i finanziamenti e le agevolazioni oggi a disposizione per il comparto, oltre ai bandi in fase di definizione che apriranno nei prossimi mesi. Un’occasione, quindi, per un confronto non solo teorico, ma pratico e operativo, direttamente con i protagonisti del settore. A tal fine sarà presente la massima autorità della Piattaforma europea del tessile, Dick Hendriks, che presenterà in anteprima i nuovi bandi e le opportunità messe a disposizione dall’Unione europea.

A Hendriks si affiancano altri relatori di fama europea, tra cui Mauro Scalia, manager di Euratex (il principale organismo di rappresentanza della filiera del tessile europeo); Francesco Beltrame, presidente del Comitato tecnico scientifico del ministero dell’Istruzione Università e Ricerca; Giorgio Lampugnani, direttore del Cestec, Regione Lombardia. Saranno presenti anche imprenditori di primo livello del panorama locale e internazionale - Ambrogio Caccia Dominioni (Reggiani Macchine) e Miro Radici (Itema Holding) - che, partendo dalla loro esperienza diretta, daranno conto di nuove forme possibili di impresa tessile.

Introdurranno il convegno Marcello Raimondi, sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia, Roberto Sestini, presidente della Camera di Commercio di Bergamo e Alberto Castoldi, rettore dell’Università degli Studi di Bergamo. Coordinerà i lavori della giornata Ettore Ongis, direttore de L’Eco di Bergamo.

Programma
Ore 14:
apertura dei lavori e registrazione dei partecipanti.
14,30: «La competitività del sistema lombardo per rispondere alla crisi», Marcello Raimondi, sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia; Roberto Sestini, presidente della Camera di Commercio Bergamo; Alberto Castoldi, Rettore dell’Università degli Studi di Bergamo.
15: «Nuove strategie per il rilancio del tessile in Europa», Dick Hendriks, Ten Cate Advanced Textiles, presidente della Piattaforma europea del tessile.
15,30:
«Il futuro del tessile: esperienze bergamasche tra rischi e opportunità», Ambrogio Caccia Dominioni, Reggiani Macchine; Miro Radici, Itema Modera; Fabio Marazzi, Università degli Studi di Bergamo. Durante il dibattito verranno mostrati contributi in video di alcuni imprenditori del settore.
16.30: «I finanziamenti europei per il settore tessile», Mauro Scalia, Project manager Euratex.
17: «Le politiche dello Stato per la ricerca industriale», Francesco Beltrame, presidente del Comitato tecnico scientifico del ministero dell’Istruzione Università e Ricerca.
17.30: «Le misure anticrisi e i finanziamenti regionali per il tessile», Giorgio Lampugnani, direttore del Cestec, Regione Lombardia.
18: «Competitività e innovazione sul territorio. Il ruolo dell’università», Caterina Rizzi, Università degli Studi di Bergamo.

a.benigni

© riproduzione riservata