Giovedì 18 Giugno 2009

A Milano torna SposaItalia
Due espositori dalla Bergamasca

Il matrimonio non sembra conoscere crisi, visto che nel 2008 il numero di cerimonie civili e religiose in Italia è rimasto stabile, mentre il settore abiti da sposa ha registrato un incremento del 4,6% rispetto al 2007 nel fatturato, per un valore pari a 334,2 milioni di euro.

È su questo scenario positivo che si prepara ad aprire «Sì Sposaitalia Collezioni», salone organizzato da Fiera Milano Expocts, in programma al padiglione 3 di Fieramilanocity dal 19 al 22 giugno. Saranno 150 gli espositori che presenteranno 170 collezioni su una superficie di 14 mila metri quadri.
L'intero comparto, come emerge da un'elaborazione di Sistema Moda Italia su dati Istat, ha segnato nel 2008 risultati particolarmente positivi sul fronte delle esportazioni, tornate a crescere a doppia cifra (+16,5% per un valore pari a 16,9 milioni), dopo due anni di leggero decremento. In crescita anche l'import, che arriva a quota 14,6 milioni, il 6% in più rispetto al 2007. Sul versante estero, sarà presente in fiera una delegazione dell'Istituto per il commercio estero, con rappresentanti da Giappone, Usa, Hong Kong, Inghilterra, Kazakistan, Siria e Corea del Sud.

In fiera, tutto quello che c'è da sapere su abiti, bomboniere, liste nozze e lune di miele da sogno. Con le ultime tendenze in atto: matrimoni più intimi, non più esclusivamente nei mesi primaverili e non per forza in location troppo blasonate. Anche le partecipazioni risentono dell’austerity generale, e sempre più spesso i futuri sposi le ordinano via internet perchè costa meno.

Sarà la crisi, il clima di austerity, ma comunque all'abito nessuna donna rinuncia, con gli stilisti si sbizzarriscono, uscendo dai canoni tradizionali della sartoria nuziale. Via libera, quindi, ai modelli colorati ma anche all’utilizzo di materiali inusuali come i tessuti a trama grossa o la pelle scamosciata, perfetta per l’abito del sì sotto la neve.

Dalla Bergamasca sono due gli espositori per questa fiera:
Giuseppe Papini (www.giuseppepapini.com) di Bergamo e Rico Ricami e confezioni di Sotto il Monte. In totale sono in fiera 150 espositori che presentano 170 collezioni. Quattro le macroaree di riferimento: Bride, la moda per la sposa in tutte le sue forme; Men’s Wear, la proposta per un lui che non si accontenta più semplicemente di giacca e pantaloni; Designers, la trasversalità dei modelli con quella vena modaiola pensata per gli sposi di domani e Accessories, il giusto completamento al giorno del sì.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags