Domenica 05 Luglio 2009

Pensioni di anzianità:
anche Bergamo rallenta

Anche a Bergamo le pensioni di anzianità hanno registrato una battuta d’arresto. È delle scorse settimane il dato nazionale sui primi cinque mesi dell’anno con un crollo del 67% degli assegni liquidati. La nostra provincia è in linea. Fra gennaio e maggio, infatti, le domande sono calate quasi del 71% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Le pensioni liquidate sono state quindi 1.152, contro le 3.968 dei primi cinque mesi del 2008. «Se guardiamo il trend storico - commenta il direttore dell’Inps di Bergamo, Tullio Ferretti - l’andamento delle pensioni di anzianità non è costante. Si tratta di un diritto e non di un obbligo. Di conseguenza non tutti coloro che maturano i requisiti poi vanno effettivamente in pensione. Inoltre, ritengo più anomalo il dato del 2008. Nel 2007 infatti eravamo a 1.905 e rispetto a questo dato una riduzione nel 2009 c’è stata, ma è meno accentuata».

Infatti, mentre la differenza in termini assoluti fra il 2008 e quest’anno è di 2.816 domande in meno, il calo rispetto ai primi cinque mesi di due anni fa è di 753 unità, pari al 39,5% in meno.

Tutti i dettagli su L'Eco di Bergamo del 5 luglio

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags