Martedì 14 Luglio 2009

Accordo sul premio aziendale
per le dipendenti dell'Astrim

“Anche così”, portando qualche soldo in più nelle tasche delle lavoratrici attraverso il premio aziendale, “si può sfidare la crisi”: verrà formalmente siglato domani l’accordo per il rinnovo del premio alla Astrim spa di Cinisello Balsamo, l’impresa di pulizie che impiega una trentina di dipendenti all’interno dello stabilimento della Tenaris di Dalmine.

Non si tratta di un vero e proprio integrativo aziendale, che è atteso, invece, per l’inizio dell’anno prossimo dopo che verrà indetta una nuova gara (visto che la Astrim spa detiene l’appalto fino al 31 dicembre). “Anche grazie alla collaborazione di Luca Colombo che rappresentava l’azienda, però, siamo riusciti già ora a confermare e, anzi, incrementare il valore del premio” spiegano Lorenzo Agazzi della Filcams-Cgil e Franco Gritti della Fisascat-Cisl di Bergamo.

“Il premio è calcolato sui due parametri dell’assiduità lavorativa (cioè della presenza) e della qualità/ professionalità delle lavoratrici. Il valore precedente del premio poteva arrivare ad un massimo di 200 euro per ciascun parametro (totale 400 euro annui), mentre quello nuovo prevede l’erogazione massima di 260 euro per la presenza più 240 euro per la professionalità (per un totale massimo di 500 euro annui)”.

L’accordo sul premio precedente era scaduto a gennaio. Per raggiungere la nuova intesa si sono svolti due incontri fra le parti. “Malgrado la delicatezza del momento di crisi generale, anche nel settore delle imprese di pulizie civili e industriali dove si hanno margini sempre più risicati, siamo riusciti a raggiungere un buon risultato economico” concludono i sindacalisti. “Apprezziamo che la Astrim abbia dimostrato di credere e puntare sulla professionalità delle proprie lavoratrici. Attendiamo, ora, la fine dell’anno per vedere cosa accadrà col cambio d’appalto previsto per dicembre”.

a.ceresoli

© riproduzione riservata