Lunedì 31 Agosto 2009

Rifondazione: i lavoratori
della Frattini siano tutelati

Una delegazione di Rifondazione Comunista di Seriate ha incontrato nei giorni scorsi i lavoratori della Frattini per discutere la situazione di profonda crisi in cui versa la storica azienda metalmeccanica. All’incontro hanno partecipato il segretario del Circolo Prc, Bruno Bonicchio, il capogruppo comunista in consiglio comunale Morgan Cortinovis ed il segretario della Federazione Prc di Bergamo Ezio Locatelli.

Dall’incontro è emersa la determinazione dei lavoratori ad intraprendere nuove iniziative di lotta per la salvaguardia degli oltre 190 posti di lavoro in pericolo. Da parte dei comunisti seriatesi è stata espressa la solidarietà e la disponibilità a mettere in campo tutto il loro impegno sia in ambito istituzionale sia attraverso un’azione di informazione verso i cittadini e in altre iniziative a sostegno della lotta dei lavoratori.

Il Prc aveva già presentato un paio di mesi fa una mozione, poi votata all’unanimità il 25 giugno dal Consiglio Comunale di Seriate, in cui si chiedeva di vincolare i terreni dove sorge la Frattini Spa a destinazione produttiva, per evitare speculazioni edilizie a danno dei lavoratori. Ora l'idea, scrivono dal circolo, è di «rafforzare la lotta con l’unico e centrale obiettivo di difendere ad ogni costo la totalità dei posti di lavoro».

«Siamo convinti - proseguono da Rifondazione - che debba essere assolutamente evitato l’inizio dello smantellamento dell’apparato produttivo dello stabilimento attraverso operazioni quali la vendita di macchinari con la scusa di coprire i debiti aziendali. Deve essere respinto ogni accordo che non garantisca totalmente l’occupazione, con posti di lavoro “veri”. Auspichiamo inoltre che le future assemblee sindacali siano aperte anche alla cittadinanza seriatese. Il Prc sarà a fianco dei lavoratori della Frattini sia moralmente che concretamente, pronto a sostenere ogni iniziativa di lotta intrapresa per salvare l’occupazione e l’esistenza dell’ultimo grande insediamento industriale presente sul territorio di Seriate».

f.morandi

© riproduzione riservata