Lunedì 02 Novembre 2009

Fiera, la Campionaria chiude
a quota 132 mila presenze

Cala il sipario sulla Fiera Campionaria di Bergamo che, crisi o non crisi, in 9 giorni di apertura ha totalizzato la bellezza di 132 mila presenze. Un bilancio più che soddisfacente per la 31ª edizione organizzata da Ente Fiera Promoberg: gli stend sono stati aperti dal 24 ottobre al 1° novembre, quindi con solo due sole festività domenicali.

La più vasta esposizione commerciale orobica ha radunato nei tre padiglioni del complesso di via Lunga su 16 mila metri quadrati, 288 espositori distribuiti in quasi 500 stand. L’expo ha registrato punte di afflusso notevoli nelle giornate festive (con particolare riferimento al primo week end di apertura ), ma anche durante l’apertura infrasettimanale, il trend dei visitatori ha fatto segnare un buon livello.

I settori preferiti? Gli espositori di prodotti enogastronomici, disposti nel padiglione C, rimangono i prediletti dal pubblico, ma molto apprezzato è stato, in generale, “tutto quello che fa casa”, comprendendo in questa definizione il mondo commerciale “trasversale” che gravita attorno al pianeta abitazione. Dai servizi ai mutui, dal fotovoltaico al comparto energetico delle fonti rinnovabili, per finire ai serramenti ed alle forniture complementari.

In calo nell’interesse, invece, il commercio al minuto, tendenza che si innesta sul trend nazionale che registra appunto, una crisi dei consumi relativi a prodotti non “strettamente necessari” .

Soddisfatti del dato, che definiscono “positivo” gli organizzatori. «La Campionaria resta un appuntamento molto atteso dal pubblico - dice il segretario generale di Ente Fiera Promoberg, Luigi Trigona - in grado di mixare sapientemente elementi commerciali con fattori più attrattivi. Un momento che, anche grazie all’ingresso gratuito, ha registrato anche quest’anno un più che buon riscontro di pubblico».

Merito questo anche delle moltissime iniziative a corollario della Fiera che Promoberg ha riservato al pubblico; dalle iniziative gastronomiche che hanno visto in prima linea l’Aspan, e i Gastronomi dell’Ascom alla mostra fotografica sul terremoto de L’Aquila, del fotoreporter orobico Maurizio Belometti. Tutto questo senza dimenticare le “castagnate” che, sempre sotto l’egida di Promoberg, hanno visto all’opera nei giorni festivi il Gruppo Alpini di Celadina, e le “scivolate” sui maxi gonfiabili gratuitamente messi a disposizione dagli organizzatori per i più piccoli, sempre nelle giornate di festa.

Da lunedì sarà già tempo di nuovi allestimenti: quelli del Salone del Mobile e del Complemento d’arredo.

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags