Ad Alzano un progetto «sano» Alla Hydro Ware c’è PianTina

Ad Alzano un progetto «sano»
Alla Hydro Ware c’è PianTina

Renzo Rosso, patron di Diesel, Marni e Maison Margiela, e da sempre attento al tema dell’ambiente, lo scorso Natale ne ha ordinate 2.200, regalo per tutti i suoi dipendenti in giro per l’Italia e l’Europa.

Ora PianTina si può trovare in molti centri di prodotti biologici, in quasi tutti i punti vendita della catena Ecor NaturaSì e, da poche settimane, anche da Piacere Terra, del Gruppo Eurospin.

Protagonista di un progetto nato nel 2013 e cresciuto all’interno della Hydro Ware di Alzano Lombardo, è una piccola pianta di Dracena Compacta potenziata con un particolare trattamento a base naturale capace di ridurre gli effetti dell’inquinamento indoor ed elettromagnetico nelle abitazioni e negli uffici.

Hydro Ware nasce nel 1987 dall’intuizione di Paolo Donadoni, pioniere dell’idrocoltura in Italicoa, scoperta e importata dalla Svizzera. Ad occuparsi dell’azienda c’è ora la figlia Francesca, affiancata dal direttore commerciale Giorgio Valota: «Volevamo approfondire le ricerche sulle piante che assorbono l’inquinamento indoor, una sorta di disinquinanti dell’ufficio e della casa, tema molto sentito, dibattuto e studiato dalla letteratura scientifica» spiega Valota. Da qui una ricerca affidata a Eureka, centro di ricerca udinese specializzato in agricoltura e disinquinamento: «Studi e analisi sono partiti da valori testati dalla Nasa, che aveva individuato alcune tipologie di piante che assorbono l’inquinamento indoor anche in presenza dei campi elettromagnetici». Una sorta di azione decontaminante che, secondo la Nasa, ha appunto la Dracena, ma anche il Crisantemo, l’Edera e la Gerbera.

La scelta è caduta sulla Dracena Compacta: «Per le sue dimensioni contenute e la nota resistenza – continua Valota -: le talee arrivano dal Sud America e nella nostra serra su ogni piantina viene effettuato il trattamento elaborato con Eureka», che consiste «nell’inserimento di granuli di argilla espansa impregnati con un particolare prodotto studiato ad hoc sulla pianta al fine di ridurre gli effetti prodotti dai campi elettromagnetici in ambiente chiuso» spiegano dal centro di ricerca di Udine.

Un lavoro che ha portato i suoi frutti e dallo scorso anno PianTina è distribuita in tutta Italia e molte aziende l’hanno scelta per le scrivanie dei propri dipendenti: banche, aziende e anche il modo della moda come la holding di Rosso.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 27 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA