Venerdì 29 Dicembre 2006

Blue Chip: Fiat e Tenaris volano

È testa a testa fra Fiat e Tenaris Dalmine il duello per la società che in Borsa, per quanto riguarda lo S&P/Mib, ha segnato la migliore crescita nel corso del 2006. Fiat si è assestata a +97,7%, Tenaris a +94,7%, seguiti da Parmalat con +58,5%. Ma cambiando solo di un giorno la data di riferimento Tenaris balza in testa. In ogni caso un risultato importante. È invece Jolly Hotel la regina assoluta di Piazza Affari del 2006: il titolo del gruppo alberghiero ha segnato una performance di guadagno del 187%. Piazza d’onore per Trevi e Biesse con rialzi rispettivamente del 133% e del 130%.

Tornando a S&P/Mib i peggiori titoli tra le blue-chip sono stati l’Espresso (-9,3%) e StMicroelectronics (-7,6%).

L’exploit di Jolly Hotel e’ stato sostenuto dal riassetto dell’azionariato del gruppo alberghiero iniziato a gennaio con l’opa lanciata da Joker Partecipazioni andata deserta, e conclusosi a novembre con l’intesa tra Joker, Banca Intesa e Nh Italia che ha fatto nascere il polo alberghiero Grande Jolly (di fatto la catena di hotel dalle mani delle famiglie Marzotto e Zanuso e’ passata sotto le insegne del gruppo spagnolo Nh).

Per quanto riguarda gli altri migliori titoli di Piazza Affari nel 2006, si segnala il ritorno della "old economy", l’assenza delle tlc, l’anno brillante del comparto immobiliare. Tra le prime cinquanta del listino milanesi, molte sono le societa’ del settore industriale tradizionale: Danieli (+129,2%), Fiat (+97,7%), Tenaris (+94,6%), De Longhi (+90,6%), Prima Industrie (+75%), Parmalat (+58,8%). Ottime le performance delle societa’ immobiliari: Igd (+85%), La Gaiana (+51,6%), Beni Stabili (+48,5%) e Italmobiliare (+47,3%), che fa capo alla famiglia Pesenti. Tra i titoli finanziari, brillano Banca Italease (+102,2%) e Capitalia (+45,7%).

(29/12/2006)

r.clemente

© riproduzione riservata