Calo degli affari, chiude Self Curno Procedura di mobilità per i 22 addetti

Calo degli affari, chiude Self Curno
Procedura di mobilità per i 22 addetti

Self di Curno fra pochi giorni chiuderà: fin da sabato 24 ottobre per la clientela, mentre entro fine anno la serrata sarà totale anche per uffici, magazzini e le varie unità del punto vendita.

L’annuncio è stato dato nei giorni scorsi ai sindacati la chiusura: Self dunque abbandona Curno dopo che il centro fu rilevato con un contratto d’affitto dalla vecchia gestione Castorama.

La colpa? Nonostante il settore sia in crescita Self paga lo scotto di una concentrazione di offerta diventata eccessiva. «La proprietà ci ha fatto sapere che non era più possibile andare avanti - spiega Luca Bottani della Fisascat-Cisl provinciale, che parla anche a nome dei colleghi di Filcams-Cgil e Uiltucs-Uil -: soprattutto negli ultimi tempi gli introiti erano di molto inferiori al budget previsto, per cui Self, che doveva confermare o disdire il contratto d’affitto del ramo d’azienda, ha preferito rinunciare».

«Ora però occorre pensare alle ricadute, perché la procedura di mobilità per i 22 lavoratori è già stata aperta: ci auguriamo si possa arrivare a una soluzione che permetta loro di non perdere il lavoro, stiamo lavorando per questo». La società, che ha il suo quartier generale a Rivalta Torinese, ha già fatto sapere che ci sarebbe la possibilità di una ricollocazione in un nuovo punto vendita ad Albenga, in Liguria, la cui apertura è prevista nel maggio 2016.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 15 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA